Villa Sofia-Cervello, 141 stabilizzazioni nei due ospedali palermitani

Un primo marzo sicuramente da ricordare per 141 fra medici, infermieri e operatori tecnici e sanitari dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello. Da oggi infatti i loro rapporti di lavoro si trasformano da tempo determinato a tempo indeterminato. L’annuncio ai dipendenti è stato dato in diretta dal Commissario Maurizio Aricò, insieme al Direttore sanitario Pietro Greco e al Direttore amministrativo Nora Virga, nel corso di un’affollata assemblea. L’aula della sede legale di viale Strasburgo, nuovo cuore dell’Azienda per i suoi momenti importanti, era stracolma. Pieno anche il corridoio. Tutti puntualissimi, all’appuntamento della Direzione. L’attesa era grande e lunghissima. Dopo anni e anni di precariato, in alcuni caso ormai “storico”, l’Azienda si prepara al grande passo.

“Devo ringraziare tutti, l’Assessore Razza e i suoi dirigenti, i sindacati, ma soprattutto la mia Direzione e l’ufficio Personale” – ha detto il Commissario Maurizio Aricò. “Grazie al lavoro di tutti oggi siamo in condizione di deliberare la stabilizzazione di 141 unità. È un momento importante per tante famiglie ma anche per la stessa Azienda e per questo abbiamo scelto di condividerlo, qui. Felicità e tanta emozione. Bello vedere in aula anche diversi primari, venuti a assistere a un momento importante dei loro giovani collaboratori. Una festa di tutta l’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello che da oggi avrà più serenità e stabilità da mettere al servizio dei pazienti”.

Dopo avere riassunto l’intero iter che la sanità siciliana ha fatto per arrivare finalmente all’avvio delle assunzioni, Aricò ha dato lettura della delibera n. 382, che ha sancito la stabilizzazione dei precari secondo il comma 1 del’articolo 20 del cosiddetto Decreto Madia. La delibera è stata firmata al termine della cerimonia ed è immediatamente esecutiva.

A seguire, il Direttore Sanitario Piero Greco ha letto uno per uno i nomi degli infermieri e dei tecnici stabilizzati. Infine il Commissario Aricò ha letto i nomi dei medici. Grande soddisfazione e particolare commozione da parte dei dipendenti presenti in aula.
La stabilizzazione arriva in seguito al percorso di ricognizione interna del personale precario in possesso dei requisiti previsti dalla normativa Madia e dalle successive circolari interpretative dell’Assessorato regionale alla salute. Nel dettaglio la stabilizzazione riguarda 38 Dirigenti medici, 85 Infermieri, 6 Collaboratori professionali tecnici chimici, 3 Collaboratori tecnici professionali informatici, 3 Collaboratori professionali sanitari ostetrici, 2 Tecnici sanitari di radiologia medica, 2 Tecnici sanitari di laboratorio, uno Psicologo e un Farmacista.

Esattamente un mese fa, lo scorso 1 febbraio, erano invece stati stabilizzati 84 ex Lsu. Si trattava nel dettaglio di 38 coadiutori amministrativi, 10 operatori tecnici, 20 operatori tecnici informatici, 7 operatori tecnici sterilizzatori, 1 operatore tecnico archivio cartelle cliniche, 6 operatori tecnici magazzinieri, 2 operatori tecnici servizio prevenzione e protezione. Nel giro di un mese, 225 ormai ex precari di Villa Sofia-Cervello hanno quindi ottenuto il posto di lavoro a tempo indeterminato.

48° Giornata della Terra, Google doodle Earth Day

Oggi è la Giornata della Terra, Google le dedica un bellissimo doodle

L’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, ...
Leggi Tutto
tango, Gaspar Godoy e Carla Mazzolini

Festival y Campionato europeo di Tango a Palermo

Palermo capitale del tango dal 3 al 6 maggio. La città ospiterà infatti il settimo Festival e campionato europeo, preliminare dei mondiali di Buenos Aires. Per l'occasione arriveranno tangueri da ogni parte del mondo, tra partecipanti al festival e componenti ...
Leggi Tutto
Silvio Berlusconi

Forza Italia contro Di Matteo per commento su “Berlusconi politico” dopo sentenza trattativa Stato-mafia

Immediata risposta di Forza Italia per il commento su Berlusconi del pm Nino Di Matteo dopo la sentenza di primo grado del processo sulla Trattativa Stato-Mafia. In merito alla condanna di Marcello Dell’Utri, il magistrato avrebbe affermato che oggi la ...
Leggi Tutto
Fabrizio Di Patti, TeLiMar pallannuoto Palermo

Pallanuoto, derby siciliano: il TeLiMar Palermo fermato a Catania dai Muri Antichi

Niente da fare per il TeLiMar, che nella sesta giornata del girone di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di Serie A2 Sud, a Catania ci prova, ma a vincere il derby siciliano è la Polisportiva Muri Antichi. Alla piscina ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest