Villa Sofia-Cervello, 141 stabilizzazioni nei due ospedali palermitani

Un primo marzo sicuramente da ricordare per 141 fra medici, infermieri e operatori tecnici e sanitari dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello. Da oggi infatti i loro rapporti di lavoro si trasformano da tempo determinato a tempo indeterminato. L’annuncio ai dipendenti è stato dato in diretta dal Commissario Maurizio Aricò, insieme al Direttore sanitario Pietro Greco e al Direttore amministrativo Nora Virga, nel corso di un’affollata assemblea. L’aula della sede legale di viale Strasburgo, nuovo cuore dell’Azienda per i suoi momenti importanti, era stracolma. Pieno anche il corridoio. Tutti puntualissimi, all’appuntamento della Direzione. L’attesa era grande e lunghissima. Dopo anni e anni di precariato, in alcuni caso ormai “storico”, l’Azienda si prepara al grande passo.

“Devo ringraziare tutti, l’Assessore Razza e i suoi dirigenti, i sindacati, ma soprattutto la mia Direzione e l’ufficio Personale” – ha detto il Commissario Maurizio Aricò. “Grazie al lavoro di tutti oggi siamo in condizione di deliberare la stabilizzazione di 141 unità. È un momento importante per tante famiglie ma anche per la stessa Azienda e per questo abbiamo scelto di condividerlo, qui. Felicità e tanta emozione. Bello vedere in aula anche diversi primari, venuti a assistere a un momento importante dei loro giovani collaboratori. Una festa di tutta l’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello che da oggi avrà più serenità e stabilità da mettere al servizio dei pazienti”.

Dopo avere riassunto l’intero iter che la sanità siciliana ha fatto per arrivare finalmente all’avvio delle assunzioni, Aricò ha dato lettura della delibera n. 382, che ha sancito la stabilizzazione dei precari secondo il comma 1 del’articolo 20 del cosiddetto Decreto Madia. La delibera è stata firmata al termine della cerimonia ed è immediatamente esecutiva.

A seguire, il Direttore Sanitario Piero Greco ha letto uno per uno i nomi degli infermieri e dei tecnici stabilizzati. Infine il Commissario Aricò ha letto i nomi dei medici. Grande soddisfazione e particolare commozione da parte dei dipendenti presenti in aula.
La stabilizzazione arriva in seguito al percorso di ricognizione interna del personale precario in possesso dei requisiti previsti dalla normativa Madia e dalle successive circolari interpretative dell’Assessorato regionale alla salute. Nel dettaglio la stabilizzazione riguarda 38 Dirigenti medici, 85 Infermieri, 6 Collaboratori professionali tecnici chimici, 3 Collaboratori tecnici professionali informatici, 3 Collaboratori professionali sanitari ostetrici, 2 Tecnici sanitari di radiologia medica, 2 Tecnici sanitari di laboratorio, uno Psicologo e un Farmacista.

Esattamente un mese fa, lo scorso 1 febbraio, erano invece stati stabilizzati 84 ex Lsu. Si trattava nel dettaglio di 38 coadiutori amministrativi, 10 operatori tecnici, 20 operatori tecnici informatici, 7 operatori tecnici sterilizzatori, 1 operatore tecnico archivio cartelle cliniche, 6 operatori tecnici magazzinieri, 2 operatori tecnici servizio prevenzione e protezione. Nel giro di un mese, 225 ormai ex precari di Villa Sofia-Cervello hanno quindi ottenuto il posto di lavoro a tempo indeterminato.

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto

Palestina, a Palermo arriva Freedom Flotilla

Palermo diventa capitale di solidarietà con la Palestina. La Coalizione Internazionale “Freedom Flotilla” ha voluto il capoluogo siciliano che sarà tappa del proprio tragitto verso la striscia di Gaza per la campagna internazionale di sensibilizzazione e protesta verso il blocco del ...
Leggi Tutto
Federica Pace L'arte di essere nessuno

L’arte di essere nessuno di Federica Pace: identità di genere, disabilità, amore e morte di fronte al dolore della non accettazione

“Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro me stesso” Richiama questa frase Federica Pace, classe 1989, di origine siciliana, una terra storicamente gemellata con quella partenopea, autrice del libro L'Arte di essere ...
Leggi Tutto