Sicilia, dal Cipe quasi 180 milioni per strade e ferrovie

Una somma di circa 179 milioni di euro in arrivo dal Cipe per mettere in sicurezza strade e ferrovie della Sicilia. E questo dopo l’annuncio dell’approvazione di un secondo addendum di 934,4 milioni al Piano operativo infrastrutture del ministero Infrastrutture e Trasporti, relativo alla programmazione 2014-2020 del Fondo sviluppo e coesione. Risorse che vanno ad aggiungersi agli 11,5 miliardi di euro del Piano operativo Infrastrutture del dicembre 2016, e al precedente addendum del 2017, con 5,4 miliardi di euro.

Lavori previsti nel tratto di Bolognetta della strada statale 121, lungo la statale 189 Palermo-Agrigento, lo svincolo di San Giovanni Gemini e la variante di Caltagirone per l’innesto con la Ss117 bis e per scorrimento veloce Licodia Eubea-A19. Per quanto riguarda le ferrovie, invece, sono previsti interventi sulla Palermo-Catania, per la velocizzazione della Fiumetorto-Lercara Friddi, per la Agrigento Bassa-Porto Empedocle, per la Circumetnea e per la Misterbianco-Belpasso.

In arrivo, inoltre, dal Cipe finanziamenti per nove dighe siciliane, per fronteggiare e risolvere l’emergenza idrica nell’Isola.