Museo archeologico Salinas, nuove sale, eventi culturali, bookshop e caffetteria

Il Museo “Antonino Salinas“, uno dei più importanti siti espositivi archeologici d’Europa, affronta la sfida di Palermo Capitale della Cultura 2018 annunciando l’apertura di un bookshop, la realizzazione della nuova biglietteria, l’allestimento di una caffetteria nel secondo cortile monumentale.
I nuovi servizi aggiuntivi saranno gestiti da CoopCulture, società leader in Italia nella gestione dei beni culturali (come il Colosseo, le Scuderie del Quirinale, la Valle dei Templi ad Agrigento, il Palazzo Ducale di Venezia) impegnata nell’accoglienza e nella valorizzazione del museo archeologico regionale di Palermo.

Il Museo Salinas ha sede in quella che un tempo fu la “Casa conventuale dei Padri della Congregazione dell’Oratorio di S. Filippo Neri”, detta dell’Olivella. In esso si trovano esposte collezioni di archeologia e reperti unici come la Pietra di Palermo, che riporta informazioni su 700 anni di storia egiziana e le metope del Tempio di Selinunte, definite il più importante complesso scultoreo dell’arte greca d’Occidente. Selinunte è ritenuta l’unica città greca di Sicilia che adornò i propri templi con sculture in pietra.

Sono già previste visite didattiche, eventi e laboratori e un programma di eventi che animeranno l’estate palermitana in collaborazione con associazioni e istituzioni culturali. Una campagna di comunicazione servirà a raccontare i rinnovati spazi espositivi e l’apertura al pubblico, tra breve, delle nuove sale in corso di allestimento.

Il Museo archeologico regionale Antonino Salinas si rinnova

Il #Museo regionale #Salinas, che espone una delle più ricche collezioni archeologiche d'Italia, inaugura nuove sale e servizi, bookshop e caffetteria, nell'anno di #Palermo Capitale della #Cultura 2018

Pubblicato da Il Gazzettino di Sicilia su giovedì 1 marzo 2018

Dario Fidora

Direttore editoriale