Massoneria, viaggio nel tempio del Grande Oriente d’Italia a Palermo (foto)

Forza, bellezza e virtù, ma anche libertà, uguaglianza e fratellanza. Il Grande Oriente d’Italia, l’obbedienza massonica più rappresentativa del nostro Paese, ha aperto le porte del proprio tempio a Palermo, in occasione della celebrazione della Giornata della fierezza massonica, l’1 marzo. Nel capoluogo sono 27 le logge. Un’occasione unica per conoscere i luoghi dove i membri della libera muratoria si incontrano.

A Palermo sono 27 le logge massoniche aderenti al Goi. I loro stemmi portano tutti la sigla O.L., onorabile loggia, e un numero, in ordine crescente rispetto alla loro ordine cronologico di fondazione. A Palermo il Goi si trova in piazzetta Speciale, a due passi da piazza Bologni. Ed è qui che i massoni si riuniscono. Un’obbedienza laica, ma che crede nel 0Grande Architetto dell’Universo’. L’uomo, però, è il centro del pensiero massonico. La ragione. La legge è parte integrante del rito massonico. Il pavimento a scacchi, sovrastato dal soffitto che richiama il cielo, è serve a ‘guidare’ i passi. Gli iscritti utilizzano i classici paramenti, guanti e grembiule. A presiedere le riunioni, il Gran Maestro.