Esa, il sit-in dei lavoratori Ugl ad Agrigento. Cassibba: “Serve tavolo tecnico con il governo regionale”

Stipendi non corrisposti con regolarità e cronoprogramma dell’approvazione dei bilanci incerto: l’Ugl denuncia ancora una volta lo stato di difficoltà in cui si trovano i lavoratori dell’Ente di Sviluppo Agricolo. Per questo l’organizzazione sindacale ha organizzato un sit-in che si è svolto ieri davanti alla Prefettura di Agrigento. Una delegazione composta dai lavoratori è stata ricevuta dal Prefetto Caruso, che ha ascoltato le loro istanze riconducibili, appunto, alla mancata regolarità stipendiale, legata ai bilanci dell’Ente, fermi al 2010. “La mancata certezza rispetto al crono programma approvato dall’amministrazione in merito all’approvazione dei successivi bilanci – si legge nella nota inviata dal sindacato – ha messo in stato di allarme i lavoratori per i prossimi mesi , venendo meno lo stato di serenità e di tranquillità anche delle rispettive famiglie, che si vedono negare e calpestare un diritto già dal 2012. Inoltre – prosegue la nota – si aggiunge, il mancato rinnovo del CCNL 2006/09 e gli arretrati legati allo stesso”.

Il sindacalista Gaetano Cassibba ribadisce le proposte suggerite dall’organizzazione: “Senza una chiara e concreta prospettiva in merito al futuro dell’Ente e dei lavoratori, l’Ugl ha più volte sollecitato nelle sedi opportune l’avvio di un tavolo tecnico governo, amministrazione ESA e organizzazioni sindacali, volto a pianificare e calenderizzare argomenti non più rinviabili. Il Prefetto – prosegue Cassibba – si è fatto promotore a rappresentare le istanze al governo regionale, constatata le serie difficoltà in cui versano i lavoratori. In attesa di segnali concreti nei prossimi giorni – conclude il sindacalista – l’assemblea dei lavoratori ha confermato lo stato di agitazione”.

Morti Bianche in Sicilia, Alessandro Aricò: "Verificheremo ipotesi prepensionamento per i lavoratori a lungo esposti all'amianto"

Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

"L'appello lanciato dall'Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori ...
Leggi Tutto
La via dei Librai, presentata la terza edizione a Palermo: 60 stand, 3 isole letterarie e 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto

La via dei Librai, presentata la terza edizione: 60 stand e 3 isole letterarie

Terza edizione, 60 stand, 3 isole letterarie (Leonardo Sciascia: piazza Bologni, Vincenzo Consolo: piano della Cattedrale, Salvatore Quasimodo: via Collegio di Giusino), 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto, 1 km di passione, di ...
Leggi Tutto
Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura

Lomonte: “Non c’è alcuna crisi idrica, agricoltori colpiti per mancanze di idee della Regione”

Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura: "Non c’è alcuna crisi idrica, e gli agricoltori non possono essere colpiti per la mancanza di idee ...
Leggi Tutto
Amianto killer in Sicilia, Filippo Virzì portavoce dell'Ugl Sicilia: "Determinante l'operato dell'Ona. Politica troppo timida sull'argomento"

Amianto, Filippo Virzì (Ugl): “Determinante l’operato dell’Ona”

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente". Così ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest