Albergheria, punto di raccolta rifiuti elettrici e ingombranti. Randazzo (M5S): “Soluzione tampone e risultati poco efficaci”

il sindaco di Palermo ha disposto l’istituzione, in via sperimentale e temporanea, per la durata di sei mesi, di un punto di raccolta di rifiuti ingombranti ed elettronici nel quartiere Albergheria, ricadente nella Prima Circoscrizione. Il  punto di raccolta è stato istituito in via Giovanni Verga (pressi di via Michele Schiavo); il conferimento, da parte dei cittadini e dei venditori presenti nell’area di “mercato dell’usato e del libero scambio” del quartiere Albergheria dovrà avvenire nei giorni dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 15.30 per i rifiuti con presidio da parte di operatori Rap e dalle 20.00 alle 23.00 per la raccolta di rifiuti ingombranti.

Un provvedimento che non viene ritenuto adeguato per le esigenze dal consigliere comunale di Palermo Antonino Randazzo del Movimento 5 Stelle : “L’ennesima postazione mobile in città per la raccolta degli ingombranti e dei Raee – tuona il portavoce a Sala delle Lapidi -, soluzioni tampone già sperimentate in altre aree della città da Piazzale Giotto a Borgo Nuovo a Falsomiele con risultati poco efficaci in termini di contrasto al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e le discariche a cielo aperto degli ingombranti – prosegue – Che fine hanno fatto i progetti per la realizzazione di otto centri comunali di raccolta a servizio delle circoscrizioni? E viale dei Picciotti? Perché non affidare alla Rap la possibilità di adeguare con proprie risorse il sito di viale dei picciotti e realizzare finalmente la prima isola ecologica di questa città?”, sono le domande che pone Randazzo.