Formazione professionale, c’è il sì di Sicindustria

“Confindustria ha sempre chiesto una formazione professionale tarata sulle esigenze del mondo del lavoro. Sembra un buon segnale”. A dirlo è Alessandro Albanese, vicepresidente vicario di Sicindustria, a proposito del nuovo corso della formazione professionale in Sicilia tracciato ieri da Roberto Lagalla.

Tra i temi che sono stati posti, c’è quello delle nuove figure professionali da formare. Quali erano le figure professionali formate in passato che poi risultavano meno spendibili nel mercato del lavoro?
“Non ci sono figure professionali non spendibili, ma non in aderenza con le esigenze del tessuto produttivo della nostra regione. È inutile formare legioni di estetisti se il mercato richiede ebanisti. E poi un tema centrale: la qualità della formazione. I corsi in passato servivano soprattutto all’immenso bacino degli operatori della formazione”.

Quali invece le nuove figure da formare di cui il mondo del lavoro ha più bisogno?
“Figure nei settori della metalmeccanica, ebanisteria, nell’agroalimentare. E riguardo al metodo, la migliore formazione è all’interno delle aziende. E i voucher spendibili in azienda sono una grande opportunità. L’esperienza in azienda vale molto più di tante ore in classe. Anche perché chi lavora in un’impresa assorbe la cultura d’impresa. E può essere un futuro imprenditore”.

Saprebbe individuare un punto di forza di questo nuovo modello di formazione rispetto al passato?
“In assoluto il raccordo col mondo del lavoro. Il punto di forza è saper rispondere alla domanda di un sistema economico. Non c’è solo l’ascensore sociale, c’è anche quello economico. La storia dell’impresa italiana è fatta di apprendisti che sono diventati grandi imprenditori”.

E la criticità maggiore? L’aspetto, insomma, che la convince meno o che le lascia i maggiori dubbi?
“L’importante è che ci sia un confronto con gli addetti ai lavori, e dunque con noi. Aspettiamo, sperimentiamo. Vediamo come funziona. E poi ne parliamo”.

A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto
Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto