Forestali, Mininni (Flai): “Subito la nuova legge”. Pagliaro (Cgil Sicilia): “Anche nell’isola una governance unica”

La legge forestale va approvata subito e immediatamente dopo vanno varati i decreti attuativi per affermare un coordinamento in capo allo Stato delle politiche forestali e una visione unica di un settore abbandonato in questi anni all’iniziativa delle singole regioni con effetti spesso disastrosi”. Lo ha detto il segretario nazionale della Flai Cgil, Gianni Mininni, intervenendo a Palermo a un convegno della Flai siciliana.

La Flai chiede anche che si vada presto al rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. L’ultimo è del 2012. “La legge – ha rilevato Mininni- prevede una serie di innovazioni e il contratto può fornire gli strumenti per realizzarle, attraverso nuove professionalità e percorsi di formazione. Come l’intero settore – ha aggiunto – i forestali sono stati di fatto abbandonati a se stessi, finendo per diventare vittime di luoghi comuni e attacchi ingiustificati. La nuova normativa potrà far da guida per la valorizzazione del territorio e del lavoro forestale”.

“L’intervento sul piano nazionale con un testo unico sulla forestazione – ha aggiunto il segretario della Cgil Sicilia, Miche Pagliaro – è fondamentale, ma anche la Sicilia deve attrezzarsi col riordino della normativa e con una governance unica del settore”.