Ecco la nuova Formazione targata Lagalla

Lo avevano annunciato sin dall’inizio, adesso Nello Musumeci e Roberto Lagalla sono pronti a presentare il nuovo corso della formazione professionale in Sicilia. Cambia sostanzialmente il modello dell’accesso alla formazione, che non sarà più focalizzato sull’offerta, ma sulla domanda che arriva dal mondo del lavoro. Saranno i destinatari della formazione a scegliere sia l’ente che il corso da frequentare, attraverso una piattaforma informatica che diventerà il luogo di incrocio tra domanda e offerta.

L’avviso si compone in due fasi, nella prima saranno gli enti a presentare l’offerta formativa, sulla base dei profili presenti nel repertorio regionale delle qualificazioni. Nella seconda fase, i destinatari della formazione potranno scegliere i percorsi formativi da intraprendere.

Pubblicato da Il Gazzettino di Sicilia su Mercoledì 28 febbraio 2018

L’avviso è finanziato con 110 milioni di euro, di cui 105 destinati alle attività formative per le persone in cerca di prima occupazione o disoccupate e 5 milioni per le persone in esecuzione di pena. Le risorse sono distribuite per ambito provinciale e per aree professionali di particolare rilevanza ai fini dell’occupabilità. Il bando sara pubblicato in gazzetta entro il 10 marzo.

“Man mano che gli enti completeranno la composizione delle classi, si procederà a fornire l’autorizzazione formale ai corsi. Che naturalmente contemplano figure nuove. In particolare figure che sono in linea sugli asset strategici della regione, dall’agricoltura all’agroalimentare, fino al turismo, l’edilizia, le energie rinnovabili”, ha sottolineato l’assessore regionale alla formazione professionale, Roberto Lagalla.

Insomma, “sarà lo stesso mercato – ha aggiunto il direttore generale dell’assessorato, Gianni Silvia – ad esprimere le proprie esigenze. Proprio e partire da quello saranno poi definiti i corsi formativi”.

Pubblicato da Il Gazzettino di Sicilia su Mercoledì 28 febbraio 2018