Palermo, controlli alla Kalsa: un arresto e sanzioni per alcuni esercizi commerciali – FOTO

Controlli dei Carabinieri nel quartiere Kalsa a Palermo: sanzionati tre esercizi commerciali, in particolare una friggitoria in via Nicolò Cervello, una in piazza Kalsa e un’attività di ortofrutta in via Torremuzza. Arrestata anche una persona per furto aggravato.

Nella friggitoria di via Nicolò Cervello, i militari dell’Arma hanno riscontrato “la mancata comunicazione/scia per la registrazione dell’impresa alimentare per l’attività di preparazione dei cibi cotti (art.6 c.3 d.lgs. 193/2007)” e “la non corretta predisposizione delle procedure di auto controllo del sistema h.a.c.c.p. (art.6 c.8 dlgs 193/2007)”. Hanno così sequestrato i locali, all’interno dei quali sono stati trovati 23,5 kg di frittola cruda e 46,5 kg di frittola cotta. Inoltre, i Carabinieri hanno appurato che il titolare, M. D. nato a Palermo nel 1968, aveva allacciato abusivamente l’impianto elettrico della sua attività alla rete cittadina. L’uomo si trova agli arresti domiciliari.

Nella friggitoria in piazza Kalsa, invece, sono stati trovati tre lavoratori di cui due irregolari. Comminata al proprietario una sanzione di 38.000,00 euro e sequestrati 26 kg di prodotti alimentari, privi di tracciabilità, per circa 6.740,00 euro di sanzioni amministrative.

Infine, all’interno dell’attività commerciale di ortofrutta in via Torremuzza è stato trovato un lavoratore irregolare, per cui al proprietario è stata comminata una sanzione amministrativa di euro 18.000,00. Inoltre, sono stati sequestrati 286 kg di prodotti ortofrutticoli privi di tracciabilità e 11 litri di vino: in questo caso le sanzioni amministrative ammontano a un totale di 4.600,00 euro.

Nel corso del servizio sono stati controllati più di sessanta cittadini comunitari, ispezionati 50 veicoli ed elevate sanzioni al Codice della strada per un ammontare di 3.890,00 euro.