Fibra ottica, la denuncia di Sabrina Figuccia: “Strade martoriate a Palermo”

“Un appalto milionario, circa 24 subappalti, una forza lavoro di circa 900/1000 uomini al giorno, una rete di 2000 chilometri, trincee che attraversano l’intera città da Tommaso Natale alla Rocca, passando per Brancaccio, per arrivare fino alle arterie principali del centro della città di Palermo; 293 km di strade soggette ad interventi molto invasivi e tanti, troppi disagi per i palermitani, costretti ogni giorno a fare lo slalom fra scavi, rattoppi e vere e proprie voragini sul manto stradale. Moltissimi i presunti vantaggi per la città, che alla fine sarà di certo fra le più tecnologiche d’Italia, ma non si poteva davvero fare meglio?”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc.

“Nell’accordo sottoscritto con il Comune – prosegue Fuiguccia – si sarebbero dovuti definire modalità e tempi di lavoro certi, tecniche di posa innovative, come ad esempio il No dig che non prevede il ricorso agli scavi tradizionali a cielo aperto e che viene utilizzato in molte altre città, ma evidentemente il sindaco Orlando non ha pensato a tutto questo. Moltissime le segnalazioni dei cittadini ogni giorno e altrettante quelle dei consiglieri comunali fuori e dentro l’aula, tanto da costringere i responsabili di Open Fiber a rispondere alla nota del Comune dello scorso agosto in questi termini: ‘Abbiamo segnalato alle nostre imprese appaltatrici le criticità rilevate, con particolare riferimento al rispetto della normativa esistente in materia di sicurezza stradale. Per limitare i disagi alla cittadinanza, nei prossimi lavori di scavo, abbiamo dato disposizione alle nostre imprese di limitare, al minimo tecnico, l’intervallo di tempo occorrente tra gli scavi e il ripristino definitivo del manto stradale e di apporre i divieti di sosta 48 ore prima dell’inizio lavori, secondo le prescrizioni delle ordinanze comunali, indicando nel cartello di cantiere il giorno esatto di inizio lavori'”.

“E’ davvero incredibile che ci si impegni a rispettare le regole solo dopo mesi dall’inizio dei lavori – dice ancora Figuccia -, dopo aver sottoposto i palermitani a fare slalom tra le trincee e a subire interminabili disagi. Chiederò un’immediata convocazione in Commissione affinchè si faccia finalmente chiarezza, ma soprattutto per semplificare la vita degli automobilisti”.

Morti Bianche in Sicilia, Alessandro Aricò: "Verificheremo ipotesi prepensionamento per i lavoratori a lungo esposti all'amianto"

Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

"L'appello lanciato dall'Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori ...
Leggi Tutto
La via dei Librai, presentata la terza edizione a Palermo: 60 stand, 3 isole letterarie e 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto

La via dei Librai, presentata la terza edizione: 60 stand e 3 isole letterarie

Terza edizione, 60 stand, 3 isole letterarie (Leonardo Sciascia: piazza Bologni, Vincenzo Consolo: piano della Cattedrale, Salvatore Quasimodo: via Collegio di Giusino), 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto, 1 km di passione, di ...
Leggi Tutto
Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura

Lomonte: “Non c’è alcuna crisi idrica, agricoltori colpiti per mancanze di idee della Regione”

Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura: "Non c’è alcuna crisi idrica, e gli agricoltori non possono essere colpiti per la mancanza di idee ...
Leggi Tutto
Amianto killer in Sicilia, Filippo Virzì portavoce dell'Ugl Sicilia: "Determinante l'operato dell'Ona. Politica troppo timida sull'argomento"

Amianto, Filippo Virzì (Ugl): “Determinante l’operato dell’Ona”

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente". Così ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest