Federpreziosi Confcommercio, tre siciliani nel nuovo direttivo nazionale

Tre siciliani, tutti operatori del settore, riconfermati nel direttivo nazionale di Federpreziosi Confcommercio. Si tratta di, nel direttivo nazionale Salvatore Ciulla di Palermo, vicepresidente dell’Associazione Orafi provinciale; Enzo Buscemi, presidente degli Orafi Confcommercio di Ragusa, in Consiglio; infine, il palermitano Silvano Barraja, presidente dell’Associazione Orafi provinciale, da consigliere nazionale è stato nominato nel collegio dei Probiviri. L’Assemblea ordinaria dei soci Federpreziosi Confcommercio Imprese per l’Italia si è riunita a Roma nei giorni scorsi per il rinnovo delle cariche sociali per il quinquennio 2018-2023, e all’unanimità ha riconfermato alla presidenza Giuseppe Aquilino.

Tra i problemi affrontati in sede nazionale quello della sicurezza, che sta molto a cuore anche agli orafi siciliani, e quello di una politica fiscale meno aggressiva indispensabile per consentire alle aziende investimenti e, quindi, sviluppo.

“Desidero rivolgere i miei complimenti e auguri di buon lavoro ai colleghi Salvo Ciulla, Silvano Barraja ed Enzo Buscemi per il prestigioso e delicato incarico, il risultato – afferma Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo  – è anche frutto del fatto che la Sicilia rappresenta una lunga e prestigiosa tradizione nel campo e sono certa che sapranno difendere le posizioni e le questioni che riguardano la categoria che rappresentano”.