Palermo nei giorni dell’odio – IL VIDEO

Tutto si può dire di Palermo meno che sia una città eversiva. Violenta sì, anche indipendentemente dal fenomeno mafioso, prevaricatrice di certo, propensa ad accettare illegalità piccole e grandi, ma mai eversiva pur avendo ospitato nella stagione degli anni di piombo illustri personaggi dell’estremismo nero e rosso.

Oggi Palermo è al centro di una immeritata attenzione mediatica per via dell’aggressione di qualche giorno fa ad un membro di Forza Nuova da parte di un gruppo di fazione opposta. Si parla di città blindata e di stato di allarme, fattori che hanno determinato addirittura una fake news* attribuita alla Questura di Palermo, un falso talmente falso da far sorridere ma che testimonia il clima che si respira.

Ma quando Palermo si sente osservata gioca un po’ a fare la snob, ancheggia sui tacchi senza badare agli occhi indiscreti che la scrutano. Come quando la scorsa estate, al tempo di Dolce&Gabbana, quasi nascondeva il suo provincialismo nell’area vip di piazza Pretoria, lasciando che la vita scorresse normale persino nelle strade adiacenti al Palazzo di Città.

E anche stamattina, alla faccia dello stato d’assedio e di tutte le preoccupazioni, ha fatto finta di niente. Come fosse un sabato qualunque che non merita di essere ricordato se non per il caldo che, ancora una volta, ha bruscamente sostituito quelle poche giornate di pioggia e freddo che ci ha riservato l’inverno.


*Il testo della fake news:

Polizia di Stato Palermo:
Consiglio vivamente a diffidare i vs figli e conoscenti di frequentare il centro di Palermo in quanto previsti serie possibilità di forti scontri tra centri sociali e estrema destra
Sono arrivati no global in città dalla Spagna Grecia Francia e varie parti d’Italia
Stiamo lavorando per presidiare e arginare il fenomeno con Reparti da tutta Italia
Le zone a rischio
Piazza Croci Libertà Politeama piazza Verdi Tribunale
Traffico interdetto dalle 14 per tutto il centro sino alle 24 salvo ulteriori necessità
Buona giornata
Ieri a Torino un collega ferito da bomba carta con chiodi
Era la stessa manifestazione con i soggetti che stanno arrivando a Palermo