Cancelleri attacca Musumeci sui conti della Regione: “Fino a quando darà la colpa a chi ha governato prima di lui?”

“Le parole del presidente della Sezione giurisdizionale della Corte dei Corti Maurizio Graffeo devono indurre a una riflessione: in Sicilia non è più rinviabile l’avvio di una ‘due diligence‘ con la Corte dei Conti, cioè un controllo approfondito sul bilancio della Regione da parte di un organo pubblico, imparziale e autorevole”. Lo dice il vice presidente dell’Ars Giancarlo Cancelleri, commentando il giudizio tranchant dei magistrati contabili nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario della Corte dei Conti.

“La nostra posizione in questi anni, proprio su questo aspetto è stata netta – aggiunge Cancelleri – da tempo chiediamo un’operazione verità sui bilanci della Regione siciliana, invocando un controllo accurato, affidato proprio ai magistrati contabili. I siciliani hanno il diritto di sapere chi sono i responsabili dello spreco di miliardi di euro perpetuato per anni che, invece di trasformarsi in opportunità e soluzioni per i siciliani, sono finiti nelle tasche dei corrotti o sono stati sprecati o restituiti all’Europa”.  Poi riferendosi alle considerazioni espresse da Graffeo sul clamore mediatico delle affermazioni di “certa stampa” Cancelleri dice: “è ‘certa politica’, e per intenderci quella che oggi governa in Sicilia, a imbeccare ‘certa stampa’ sui conti in rosso e il rischio default della Regione, esponendo l’Isola alle conseguenze derivanti da un possibile declassamento da parte delle agenzie di raiting che, allarmate dal clamore mediatico delle considerazioni sciorinate a mezzo stampa dal Governo, hanno già avviato una ricognizione sulla reale condizione dei conti della Sicilia”.

Musumeci ha vinto le elezioni ma mi chiedo – conclude il vice presidente dell’Ars – fino a quando giocherà con la Sicilia dando la colpa di tutto a chi ha governato prima? Le chiacchiere quando si vince stanno a zero, il Governo dovrebbe lavorare e risolvere i problemi, rilanciare la nostra terra e creare nuove opportunità, invece in questi primi 100 giorni, il presidente della Regione non è stato neanche in grado di portare in Parlamento la legge finanziaria di bilancio, cullandosi sulla possibilità di prorogare per un altro mese, e cioè fino ad aprile, l’esercizio provvisorio. Governo nuovo, vizi vecchi verrebbe da dire, purtroppo a pagare sono sempre i cittadini vittime dell’incapacità di chi governa”.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto