Oms, i casi di morbillo in Europa nel 2017 sono aumentati del 400%

L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dichiarato che nel 2017 il morbillo ha avuto, in Europa, un aumento del 400% rispetto al 2016. Le persone contagiate sono state 21.315, circa 4 volte in più confrontando i dati dell’anno precedente che ne contava 5273, e 35 sono state le vittime.

Nel Vecchio Continente sono 15 i Paesi che contano più di 100 casi di morbillo: al primo posto troviamo la Romania con 5562 casi, al secondo posto l’Italia con 5006 contagiati e terza l’Ucraina con 4767 malati.

Secondo l’Oms la diffusione del morbillo è avvenuta per diversi fattori: il calo della copertura vaccinale, diffusione maggiore nelle popolazioni più emarginate, interruzione delle forniture vaccinali e sistemi di sorveglianza medica poco efficienti.

Al riguardo si è espresso Zsuzsanna Jakab, direttore dell’Oms Europa: “Più di 20mila casi e 35 vite perse per il morbillo sono una tragedia che non possiamo accettare”.


Widget not in any sidebars