La denuncia di Sabrina Figuccia: “Promozioni alla Amg di parenti di consiglieri comunali”

Sabrina Figuccia denuncia uno scandalo parentopoli all’interno di Amg, la società controllata dal Comune di Palermo che si occupa dell’erogazione del gas cittadino. Ad aver attirato l’attenzione del consigliere comunale dell’Udc un piano promozioni del personale che è avvenuto alla vigilia delle elezioni dello scorso mese di giugno. “Diceva qualcuno che ha pensar male si fa peccato ma spesso s’indovina (Giulio Andreotti, cit. ndr). Eppure, scorrendo l’elenco dei dipendenti dell’Amg che hanno ricevuto una promozione, si notano cognomi uguali a quelli di alcuni protagonisti della politica cittadina. Soltanto coincidenze?”.

Figuccia non fa nomi, ma nei corridoi del Palazzo si sussurra che nell’elenco a cui fa riferimento il consigliere comunale compaiono profili eccellenti che fanno riferimento a partiti di destra e di sinistra e persino uno riconducibile ad un parente di un esponente dei Cinquestelle. Forza Italia e Mov. 139 sarebbero i due partiti di appartenenza degli inquilini di Palazzo delle Aquile i cui parenti avrebbero beneficiato della promozione, in alcuni casi addirittura con doppio scatto. E si parlerebbe anche di un nome vicino ad un membro della governance aziendale.

“È davvero strano – continua Figuccia – che mentre i funzionari del Ministero dell’Economia facevano le pulci ai conti del Comune e delle aziende partecipate, all’interno dell’Amg si pensava soprattutto a fare promozioni e, guarda caso, alcuni di questi sarebbero pure parenti di alcuni inquilini di Sala delle Lapidi….”.

“Sono state avviate alcune promozioni di cui davvero non si sentiva il bisogno e per di più alcuni dei miracolati avrebbero cognomi pesanti e in alcuni casi scarsissimi titoli di studio”.