Ztl e multe: “Notifica seconda contravvenzione non valida se si è rinnovato il pass”

Nessun condono e nessuna sanatoria” per la pioggia di multe elevate ai palermitani nei primi mesi di entrata in funzione della ztl. Il sindaco Leoluca Orlando l’ha ripetuto chiaramente anche oggi nel corso di una riunione a Palazzo delle Aquile, alla quale hanno preso parte il comandante della polizia municipale Gabriele Marchese, l’assessore alla Mobilità Iolanda Riolo, il vice presidente dell’Amat Diego Bellia, il capo dell’avvocatura comunale Giulio Geraci e una delegazione dei cittadini ‘vittime’ delle multe.

“Stiamo studiando come, secondo le leggi e la giurisprudenza vigente, sia possibile ovviare ad alcuni inconvenienti che sono fisiologici in una prima applicazione di un provvedimento” ha detto il primo cittadino, ribadendo comunque che la ztl è e rimane “importante, necessaria e utile per la salute ma anche per lo sviluppo della città”. Eccole allora le soluzioni trovate da Palazzo delle Aquile. Se per coloro che erano in difetto per tassa e bollo di circolazione non c’è nulla da fare, per i disabili – “i quali, sottolinea Orlando, hanno diritto all’accesso” – multati perché non avevano rinnovato il pass per la ztl sarà sufficiente presentare al comando di polizia municipale il pass disabili valido e indicare la targa della macchina inserita nella lista bianca (la lista dei soggetti autorizzati all’accesso nella zona a traffico limitato).

Per quanto riguarda invece i pass scaduti, gli automobilisti multati “devono assolutamente pagare la contravvenzione – spiega il sindaco – se poi, successivamente alla notifica della prima contravvenzione hanno rinnovato il pass, in base alla giurisprudenza, la notifica della seconda contravvenzione può essere considerata non valida. Gli automobilisti dovranno comunque però presentare ricorso al prefetto tramite la polizia municipale che darà un parere favorevole”. La giurisprudenza non viene in aiuto invece nei casi di multe elevate con uno scarto minimo di orario con l’entrata in funzione della ztl – “non solo non abbiamo giurisprudenza a riguardo ma la legislazione sembrerebbe impedire la tolleranza” ha detto Orlando – e nei casi di residenti e commercianti entrati e usciti dalla zona a traffico limitato più volte in pochi giorni, “in questo caso – ha sottolineato il sindaco – parliamo di 30-40 multe notificate allo stesso soggetto”. Situazione diverse ma per le quali l’iter è lo stesso. I palermitani multati dovranno presentare ricorso al prefetto per tramite della polizia municipale la quale chiederà un parere al ministero competente.

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu riscuotendo ampi e rilevanti consensi da parte dei lavoratori

Cisl Fp primo sindacato alle Rsu di Palermo e Trapani

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu svoltesi il 17, 18 e 19 aprile 2018. Mentre sono ancora in corso le operazioni di scrutinio, dai primi risultati emersi, la federazione della Cisl che ...
Leggi Tutto

Rock10elode, torna il contest musicale dedicato alla band in erba

Se c’è un contest musicale che dal 2006 ad oggi ha aiutato a valorizzare i giovani artisti in erba provenienti dai licei siciliani, quel contest è Rock10elode. Dopo la pausa dello scorso anno, servita però a dare vita al progetto-costola ...
Leggi Tutto

Anm e Miur insieme per la Notte bianca della legalità

Promuovere una cultura dei diritti, educare i più giovani a un ruolo attivo nella vita civile e democratica, trasmettere i valori della giustizia: sono gli obiettivi della “Notte bianca della legalità”, iniziativa promossa e realizzata dall'Associazione Nazionale Magistrati e dal ...
Leggi Tutto
Bagheria, un immobile confiscato alla mafia destinato alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria e alla segreteria tecnica del progetto Contratto di Fiume

Bagheria, bene confiscato alla mafia nuova sede della Casa del Volontariato e della segreteria di Contratto di Fiume

Con la deliberazione n.84 del 18 aprile la Giunta municipale di Bagheria ha approvato un atto di indirizzo con il quale ha destinato l’immobile, confiscato alla mafia, di via Cherubini 10 alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest