Brücke 10, il nuovo disco di Fabio Guglielmino presentato domani all’Auditorium della Rai

Pubblicato sul canale Youtube del cantautore palermitano Fabio Guglielmino il video del brano che chiude il suo ultimo disco “Brücke 10“, dal titolo “Oltre le distanze“, che si può ascoltare cliccando su questo link
 
Tema principale del brano è l’amore a distanza, con la conseguente lontananza: è un fil rouge che lega il disco, che è un vero e proprio diario di viaggio, un percorso che in tanti si trovano ad affrontare quando si trovano ad emigrare. Quando si vive all’estero la concezione di questa distanza viene meno: non importa se si è in Inghilterra, Germania, Spagna, Francia o USA, si vive e si divide amore e affetto tra quelli che sembrano pianeti distinti. Una videochiamata e qualche promessa diventano gli elementi che uniscono. Il brano è stato registrato da Marco Guglielmino e hanno partecipato i musicisti Nicola Pollina alle percussioni, Fabrizio Averna alle tastiere. La produzione video è stata curata da Gianluca Millunzi, l’attore è Calogero Scalici.
Domani, sabato 17 febbraio, alle 21 Fabio Guglielmino presenterà in Auditorium Rai Sicilia “Brücke 10”, l’intero lavoro che negli ultimi tre anni ha portato in giro in Germania e che è attualmente trasmesso da alcune radio tedesche.
Insieme al cantautore (chitarra e voce), Luca Micale (batteria), Salvatore Mastropaolo (basso), Fabrizio Averna (tastiere), Piero Virzì (chitarre) e Nicola Pollina (percussioni).
Il disco “Brücke 10” prende il nome da uno dei moli del porto di Amburgo, dove l’artista ha cominciato a scrivere gran parte delle canzoni che sono contenute in questo album. Durante il suo percorso Guglielmino ha raccolto tante riflessioni, un vero e proprio diario che col tempo è diventato un’opera completa. L’album è un diario di viaggio onesto, in cui la nuova “terra” desta curiosità e appare anche un po’ aliena, dove all’inizio la nostalgia la fa da padrona, ma che poi a poco a poco, scoprendola, si comincia ad amare.
 
La Germania e Amburgo, città alla quale il disco è dedicato, hanno affascinato il cantautore nei suoi tre anni di permanenza. E sono tanti i dettagli che ha inserito in ogni canzone del disco. Le serate a Sk. Pauli inizialmente in solitaria, le passeggiate lungo il Landungsbrücken, i concerti, le amicizie con i musicisti locali; la mitica Cantantessa di Amburgo, una signora che nonostante l’età, armata di fisarmonica, calca i palchi dei club della Repeerbahn. E ancora, i viaggi in treno sulle Deutsche Bahn per raggiungere le altre città, Francoforte, dove ha conosciuto tantissimi connazionali, Stoccarda che gli ha regalato il palco del “Sommerfest der Kulturen” lo scorso luglio.