Pietraperzia, spari contro centro che ospita migranti. Pagliaro (Cgil): “Bisogna bloccare chi semina odio”

Attimi di paura Piatraperzia, piccolo centro in provincia di Enna: alcuni colpi d’arma da fuoco sono stati sparati contro i locali della casa canonica di via San Giuseppe, che da 4 giorni ospitano una ventina di migranti.

I proiettili hanno mandato in frantumi una finestra. Panico tra i migranti e gli operatori ma non ci sarebbero feriti. La gestione del centro è svolta da un’associazione di Piazza Armerina, la “Don Bosco 2000”.

I colpi sono stati sparati nella notte. Oggi il vescovo di Piazza Armerina, per esprimere solidarietà ai migranti, celebrerà la messa nella chiesa madre di Pietraperzia.

Sull’accaduto è intervenuto il segretario generale della Cgil Sicilia insieme alla segretaria della Cgil di Enna, Rita Magnano: “Gli spari di questa notte contro il centro che accoglie migranti a Pietraperzia  – si può leggere nelle loro pagine Facebook – sono un fatto gravissimo. Sono un’azione delittuosa esecrabile di cui bisogna cercare subito di individuare i responsabili”.

“Bisogna bloccare chi semina odio e fare tutto quanto ognuno ha nelle proprie possibilità per stoppare questo clima – hanno poi aggiunto –  intervenendo contro la cattiva propaganda e rendendo le popolazioni locali consapevoli dell’esigenza di contribuire a instaurare un clima di solidarietà e di accoglienza. La cattiva gestione dei percorsi di accoglienza, i limiti politici e amministrativi né possono spiegare né tanto meno giustificare manifestazioni di intolleranza come questa. La comunità di Pietraperzia e la politica tutta sono chiamate ora a una seria riflessione per rasserenare il clima e isolare chi cerca di pescare nel torbido di una campagna elettorale che in certi casi è proprio caduta in basso”.

Appena un giorno fa una croce celtica e una scritta inneggiante Luca Traini, l’uomo che ha sparato a sei immigrati a Macerata, sono comparsi sul muro del palazzo che ospita la sede del Pd in via Stefano Frisella a Marsala.

Colpi d'arma da fuoco sono stati sparati contro i locali della casa canonica a Pietraperzia, in provincia di Enna, che da 4 giorni ospitano una ventina di migranti

Spari contro centro migranti a Pietraperzia: Pagliaro e Magnano (Cgil) fatto gravissimo. Fermare chi semina…

Pubblicato da Michele Pagliaro su giovedì 15 febbraio 2018

 

Una lettera con minacce di morte è stata inviata ad Antonio Rubino dei Partigiani Pd: "I fiori li metteranno sulla tua cassa da morto

Pd Sicilia, Rubino: “Sbaglia chi lascia, vera resistenza è rimanere senza piegarsi”

"I Partigiani del PD non sono un'area né una corrente, sono un sentimento. In queste settimane ci hanno detto di tutto, ci hanno chiesto 'chi c'è dietro di noi': la risposta è che dietro di noi c'è il PD, la ...
Leggi Tutto
Premio Mario Petrina, Sabrina Redi e Totò Antibo

Antibo vince ancora: a Sabrina Redi il premio Petrina per il suo articolo sul mezzofondista siciliano

È Sabrina Redi la vincitrice della prima edizione del premio Mario Petrina, dedicato ai giovani appassionati di giornalismo sportivo di età compresa tra i 18 e i 30 anni, non ancora iscritti all’Albo professionale. “Corri Totò, fallo ancora nonostante tutto” ...
Leggi Tutto
A Palermo, "La voglia, la pazzia" workshop in canto italiano sulle note brasiliane all'Open Jazz con i maestri del progetto musicale "Brasil Fala Italiano"

“La voglia, la pazzia” workshop in canto italiano sulle note brasiliane all’Open Jazz

La voglia, la pazzia, un workshop culturale, creativo, storico, non un semplice laboratorio ma un modo emozionante di ritrovarsi e ascoltarsi attraverso un ponte che collega tutta la musica al jazz. È la musica brasiliana, l'arte dell'incontro e del ritmo che ...
Leggi Tutto
Dall'estero in Sicilia per amore: matrimonio sicilian style con l’evento Buy Wedding International questo weekend al Grand Hotel et Des Palmes

Matrimonio sicilian style, dall’estero in Sicilia per amore: la storia di Bram e Simone

Sono circa 60 mila le coppie di stranieri che scelgono l’Italia per celebrare il loro matrimonio, con un giro di affari che ruota attorno ai 386 milioni di euro. È questo uno dei motivi principali per cui Palermo dedica tre ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest