Ars, rinasce la Commissione parlamentare Antimafia

Approvato dall’Assemblea regionale siciliana il ddl che ripristina la Commissione regionale Antimafia, ma con nuove competenze. Il testo, che ha ottenuto 45 voti favorevoli su 45 deputati presenti, estende infatti le funzioni dell’organismo alle indagini sui reati contro la pubblica amministrazione e di corruzione.

“Strumenti della corruzione sono serviti per aprire alla mafia appalti, come ci ricorda la relazione della Direzione nazionale antimafia – ha detto il relatore del provvedimento Claudio Fava – per questo il testo allarga le competenze. Sono molto convinto che l’impegno della Commissione antimafia non sia una medaglia, ma uno strumento che prevede ricadute pratiche. Penso serva maggiore collaborazione tra le commissioni antimafia nazionale e regionale. Allo stesso modo e’ necessario indagare sul rapporto tra mafie e corruzione”.