Marianna Caronia, DDL su abolizione doppia preferenza di genere: “Oscurantismo politico e rigurgito maschilista”

“Non avendo io nessun passato di modella, soubrette, ballerina o di donna di spettacolo, professioni queste che, per carità, apprezzo e di cui ho il massimo rispetto, ma essendo al contrario solamente una donna, come tantissime altre, impegnata seriamente in maniera esclusiva in politica e che non ha mai goduto di alcuna corsia preferenziale e si è sempre conquistata col voto la rappresentanza nelle diverse Istituzioni, posso forse esprimere più di altre, con forza e con sdegno la mia più totale contrarietà al preannunciato DDL del collega di partito nonché capogruppo all’ARS del partito medesimo, On. Giuseppe Milazzo, in materia di doppia preferenza di genere”. Il duro attacco arriva da Marianna Caronia, parlamentare regionale di Forza Italia.

“Non credo infatti che la finalità di questa “brillante” iniziativa sia quella di migliorare l’attuale normativa in direzione del raggiungimento di una vera parità di genere, ma sono certa invece che si vuole perseguire esattamente il contrario. Evidentemente una certa mentalità che vorrebbe relegare la donna a far la casalinga e che è costretta malvolentieri a dover accettare i tanti ruoli importanti che la donna si è conquistata nella società civile, non riesce in nessun modo ad accettare e digerire che una donna possa far politica e possa scalzare un uomo da alcune “poltrone” che ritengono essere di loro assoluto e totale proprietà e dominio”.

La obbrobriosa Legge Elettorale (voluta da tutti i partiti, nessuno escluso) con cui andremo a votare il prossimo 4 Marzo, che ha peraltro espropriato ad ogni cittadino di poter scegliere colei/colui che dovrà rappresentarlo/a in Parlamento, ha drammaticamente evidenziato il disagio, la stizza e la difficoltà dei partiti obbligati a presentare liste che, sia pure solamente al 40% e non al 50% come sarebbe stato giusto, offre alle donne, naturalmente alle sole rigidamente scelte dai capipartito, di avere ruoli Istituzionali ed eventualmente di Governo.

E poiché le donne sono sempre state bistrattate e quindi impossibilitate ad accedere alla politica qualunque normativa a favore della parità di genere, quella sulla doppia preferenza e quant’altro, non vanno assolutamente abolite ma decisamente migliorate.

Per quanto può valere, contando anche sulla solidarietà delle mie colleghe indipendentemente dalle singole appartenenze, mi opporrò con tutte le mie forze ad un ritorno a un passato, maschilista e di oscurantismo politico”.

Una lettera con minacce di morte è stata inviata ad Antonio Rubino dei Partigiani Pd: "I fiori li metteranno sulla tua cassa da morto

Pd Sicilia, Rubino: “Sbaglia chi lascia, vera resistenza è rimanere senza piegarsi”

"I Partigiani del PD non sono un'area né una corrente, sono un sentimento. In queste settimane ci hanno detto di tutto, ci hanno chiesto 'chi c'è dietro di noi': la risposta è che dietro di noi c'è il PD, la ...
Leggi Tutto
Premio Mario Petrina, Sabrina Redi e Totò Antibo

Antibo vince ancora: a Sabrina Redi il premio Petrina per il suo articolo sul mezzofondista siciliano

È Sabrina Redi la vincitrice della prima edizione del premio Mario Petrina, dedicato ai giovani appassionati di giornalismo sportivo di età compresa tra i 18 e i 30 anni, non ancora iscritti all’Albo professionale. “Corri Totò, fallo ancora nonostante tutto” ...
Leggi Tutto
A Palermo, "La voglia, la pazzia" workshop in canto italiano sulle note brasiliane all'Open Jazz con i maestri del progetto musicale "Brasil Fala Italiano"

“La voglia, la pazzia” workshop in canto italiano sulle note brasiliane all’Open Jazz

La voglia, la pazzia, un workshop culturale, creativo, storico, non un semplice laboratorio ma un modo emozionante di ritrovarsi e ascoltarsi attraverso un ponte che collega tutta la musica al jazz. È la musica brasiliana, l'arte dell'incontro e del ritmo che ...
Leggi Tutto
Dall'estero in Sicilia per amore: matrimonio sicilian style con l’evento Buy Wedding International questo weekend al Grand Hotel et Des Palmes

Matrimonio sicilian style, dall’estero in Sicilia per amore: la storia di Bram e Simone

Sono circa 60 mila le coppie di stranieri che scelgono l’Italia per celebrare il loro matrimonio, con un giro di affari che ruota attorno ai 386 milioni di euro. È questo uno dei motivi principali per cui Palermo dedica tre ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest