Marianna Caronia, DDL su abolizione doppia preferenza di genere: “Oscurantismo politico e rigurgito maschilista”

“Non avendo io nessun passato di modella, soubrette, ballerina o di donna di spettacolo, professioni queste che, per carità, apprezzo e di cui ho il massimo rispetto, ma essendo al contrario solamente una donna, come tantissime altre, impegnata seriamente in maniera esclusiva in politica e che non ha mai goduto di alcuna corsia preferenziale e si è sempre conquistata col voto la rappresentanza nelle diverse Istituzioni, posso forse esprimere più di altre, con forza e con sdegno la mia più totale contrarietà al preannunciato DDL del collega di partito nonché capogruppo all’ARS del partito medesimo, On. Giuseppe Milazzo, in materia di doppia preferenza di genere”. Il duro attacco arriva da Marianna Caronia, parlamentare regionale di Forza Italia.

“Non credo infatti che la finalità di questa “brillante” iniziativa sia quella di migliorare l’attuale normativa in direzione del raggiungimento di una vera parità di genere, ma sono certa invece che si vuole perseguire esattamente il contrario. Evidentemente una certa mentalità che vorrebbe relegare la donna a far la casalinga e che è costretta malvolentieri a dover accettare i tanti ruoli importanti che la donna si è conquistata nella società civile, non riesce in nessun modo ad accettare e digerire che una donna possa far politica e possa scalzare un uomo da alcune “poltrone” che ritengono essere di loro assoluto e totale proprietà e dominio”.

La obbrobriosa Legge Elettorale (voluta da tutti i partiti, nessuno escluso) con cui andremo a votare il prossimo 4 Marzo, che ha peraltro espropriato ad ogni cittadino di poter scegliere colei/colui che dovrà rappresentarlo/a in Parlamento, ha drammaticamente evidenziato il disagio, la stizza e la difficoltà dei partiti obbligati a presentare liste che, sia pure solamente al 40% e non al 50% come sarebbe stato giusto, offre alle donne, naturalmente alle sole rigidamente scelte dai capipartito, di avere ruoli Istituzionali ed eventualmente di Governo.

E poiché le donne sono sempre state bistrattate e quindi impossibilitate ad accedere alla politica qualunque normativa a favore della parità di genere, quella sulla doppia preferenza e quant’altro, non vanno assolutamente abolite ma decisamente migliorate.

Per quanto può valere, contando anche sulla solidarietà delle mie colleghe indipendentemente dalle singole appartenenze, mi opporrò con tutte le mie forze ad un ritorno a un passato, maschilista e di oscurantismo politico”.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto