Catania-Ragusa, il pessimismo di Falcone: “Pietra tombale sul progetto”

Rallentamenti? Un eufemismo. Hanno bloccato l’approvazione dell’opera“. Lo stallo del progetto per il raddoppio della Ragusa-Catania, con l’allarme lanciato in questi giorni dal comitato ibleo per la realizzazione dell’opera, è ritornato d’attualità. L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone individua responsabilità per lo stop e fa nomi e cognomi: “Il Comitato ha raccolto il grido d’allarme che avevamo lanciato io e il presidente Musumeci. Da un anno il progetto era sul tavolo del Ministero Infrastrutture e trasporti per ricevere il parere dello stesso ministero e del Mef, per poi essere trasmessa per l’approvazione al Cipe. E invece, proprio quando è arrivata sul tavolo interministeriale, è intervenuta la vicepresidente ragioniere generale dello Stato, Alessandra Del Verme, che ha stabilito che l’opera doveva essere trasmessa al Consiglio superiore dei lavori pubblici e poi di nuovo al Mef per l’approvazione, cosa che ritengo non corretta, perché parliamo soltanto in parte di fondi pubblici, mentre per un altra fetta si tratta di fondi privati. Soltanto dopo potrà essere trasmessa al Cipe”.

I rallentamenti, però, secondo Falcone, potrebbero non limitarsi a questi passaggi. Le preoccupazione del componente della giunta Musumeci è che ve ne possa essere uno ulteriore: “Se il Consiglio superiore dei lavori pubblici lo ritenesse opportuno – dice l’assessore alle Infrastrutture – potrebbe trasmetterla alla Commissione nazionale per la Valutazione di impatto ambientale. In questo modo passerebbero almeno altri sei mesi, se non un anno”. E qui Falcone utilizza una metafora che rende l’idea: “Hanno fatto un gioco dell’oca: quando tutto sembrava realizzabile in tempi certi si è ritornati indietro. Questo significa da una parte, disattenzione nei confronti dei problemi della Sicilia. Dall’altra, emerge che c’è uno stato confusionale: giovedì scorso il ministro Delrio a Napoli diceva che ci sarebbe stato l’ok per la Catania Ragusa e invece, contemporaneamente, la dottoressa Del Verme mette una pietra tombale sul progetto“.

Family day "Cme semi leggeri", Arcigay

“Come semi leggeri”, all’Orto Botanico il Family Day organizzato da Arcigay Palermo e Famiglie Arcobaleno

Si tiene all'Orto Botanico di Palermo domenica 26 agosto dalle 16 alle 19.30 il Family Day organizzato da Arcigay Palermo e Famiglie Arcobaleno. Inserito nel calendario del Palermo Pride 2018 e nell'ambito di Manifesta12, l'appuntamento per bimbi e genitori ha ...
Leggi Tutto
massimo verdastro

Palermo Pride, Massimo Verdastro celebra quarant’anni di teatro tra immagini, parole e visioni

Massimo Verdastro, attore e regista, celebra i quarant'anni di carriera insieme al Palermo Pride con due eventi che legano l'immaginario teatrale della parola alle immagini di scena. Sabato primo settembre alle 18.30 al Centro internazionale di fotografia dei Cantieri culturali ...
Leggi Tutto
Manlio Noto e Marco Pomar

Marco Pomar e Manlio Noto nel musicospettacolo 80ANSIA, al Mille e una notte

Una serata dedicata ai meravigliosi anni 80 con un musicospettacolo intitolato 80ansia. Protagonista il duo artistico Marco Pomar e Manlio Noto. Ah, gli anni ottanta! I favolosi anni ottanta, si diceva. Chissà poi perché. Forse perché eravamo giovani, alcuni adolescenti, ...
Leggi Tutto
squalo torturato e ucciso

VIDEO – Inutile crudeltà contro uno squalo, la denuncia di Mareamico, Wwf e Marevivo

Qualche giorno fa, lo scorso 14 agosto, la stampa ha segnalato la presenza di uno squalo a pochi metri dalla riva presso una spiaggia di Sciacca in località Tonnara. Successivamente si è saputo che lo squalo era stato allontanato ed ...
Leggi Tutto