Stipendi d’oro all’Ars, M5S attacca Micciché: “Avrebbe fatto meglio a tacere”

Massima solidarietà a don Scordato. Le sue parole sono quelle che dovrebbe usare la politica. Da censurare, semmai, sono quelle di Miccichè, che avrebbe fatto meglio a tacere per rispetto dei siciliani, e purtroppo sono tantissimi, che non riescono a mettere il pranzo con la cena”. Il gruppo parlamentare del M5S all’Assemblea regionale siciliana interviene sulla vicenda dei tetti degli stipendi dei dipendenti di Palazzo dei Normanni dopo il botta e risposta di ieri tra il segretario generale dell’Ars, Fabrizio Scimè, e il numero uno di Sala d’Ercole, Gianfranco Miccichè, e don Cosimo Scordato, il prete dell’Albergheria che insieme ad altri parroci di frontiera, è da settimane in prima linea nella lotta contro gli ‘sprechi’ della politica.

“Le perplessità di don Scordato – dicono la capogruppo Valentina Zafarana e Giancarlo Cancelleri, componente dell’Ufficio di presidenza dell’Ars – sono le nostre e sono quelle che hanno orientato le nostra posizione in Ufficio di presidenza. Non ci sono ‘giochetti’? Micciché li chiami come vuole, di fatto, secondo le tabelle venute fuori dall’Ufficio di presidenza alcune figure supererebbero abbondantemente i 240 mila euro. Si sta tagliando solo all’Ars? Probabile, visto che nelle altre regioni gli stipendi sono già più bassi di quelli del Parlamento siciliano. Micciché – continuano i due deputati – invece di scrivere risposte piccate, faccia qualcosa di concreto e si adoperi per eliminare l’equiparazione al Senato del trattamento economico dei dipendenti dell’Assemblea dal 1 gennaio 2021, come avevamo proposto noi, a mantenere i tetti e a chiudere questa vergognosa pagina alla quale sta sottoponendo la nostra terra” concludono Zafarana e Cancelleri.

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto