Quali sono i poteri speciali di Musumeci commissario regionale su rifiuti e acqua

Per i prossimi 12 mesi Musumeci deciderà direttamente su discariche, termovalorizzatori e trasporto all’estero dei rifiuti della Sicilia e su come gestire invasi e distribuzione dell’acqua per fronteggiare la crisi idrica in provincia di Palermo, secondo il nuovo codice di protezione civile appena entrato in vigore

I poteri speciali assegnati dal governo Gentiloni al presidente della Regione Siciliana Musumeci per gestire l’emergenza su rifiuti e acqua sono stati decisi alla luce delle recentissime norme, entrate in vigore il 6 febbraio 2018. Si tratta del nuovo Codice della protezione civile, emanato con il Decreto legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018 e pubblicato in Gazzetta ufficiale il 22 gennaio scorso, che ha esteso i limiti temporali dello stato di emergenza da sei mesi più sei a dodici più dodici. Il codice definisce attività di protezione civile quelle “volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento”. La previsione deve consistere nell’insieme di attività, “svolte anche con il concorso di soggetti dotati di competenza scientifica, tecnica e amministrativa, dirette all’identificazione e allo studio, anche dinamico, degli scenari di rischio possibili”, per le esigenze di allertamento e pianificazione della protezione civile. Prevista espressamente la prevenzione, definita come “l’insieme delle attività di natura strutturale e non strutturale, svolte anche in forma integrata, dirette a evitare o a ridurre la possibilità che si verifichino danni conseguenti a eventi calamitosi anche sulla base delle conoscenze acquisite per effetto delle attività di previsione”.
L’ordinanza di protezione civile ha nominato commissario con poteri speciali Nello Musumeci per la durata di un anno. Il presidente della Sicilia a sua volta potrà nominare due sub commissari: uno in materia di rifiuti, l’altro per la crisi idrica. Ciascun sub commissario guiderà una struttura istituita ad hoc all’assessorato regionale all’Acqua e ai Rifiuti. Il nuovo dlgs 1/2018 assicura anche “la partecipazione dei cittadini, singoli o associati, al processo di elaborazione della pianificazione di protezione civile”, secondo forme e modalità individuate che garantiscano, in particolare, la necessaria trasparenza.
Il codice della protezione civile appena entrato in vigore ripartisce le risorse per le attività di protezione civile in tre fondi distinti: quello nazionale per iniziative di previsione e prevenzione, e altri due fondi per gestire le emergenze, nazionali e regionali.
Il Fondo regionale di protezione civile, nel bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri, “contribuisce al potenziamento del sistema di protezione civile delle Regioni e degli Enti locali, e concorre agli interventi diretti a fronteggiare esigenze urgenti conseguenti alle emergenze “connesse con eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell’uomo che per loro natura o estensione comportano l’intervento coordinato di più enti o amministrazioni, e debbono essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari da impiegare durante limitati e predefiniti periodi di tempo”.
L’ordinanza che ha nominato per un anno Musumeci commissario con poteri speciali per acqua e rifiuti, su cui già le opposizioni incalzano il governatore, non assegna nuovi fondi alla Regione ma consente di impiegare risorse europee e nazionali per gestire questa fase.
Facebook – Twitter

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto

Dario Fidora

Direttore editoriale