Quali sono i poteri speciali di Musumeci commissario regionale su rifiuti e acqua

Per i prossimi 12 mesi Musumeci deciderà direttamente su discariche, termovalorizzatori e trasporto all’estero dei rifiuti della Sicilia e su come gestire invasi e distribuzione dell’acqua per fronteggiare la crisi idrica in provincia di Palermo, secondo il nuovo codice di protezione civile appena entrato in vigore

I poteri speciali assegnati dal governo Gentiloni al presidente della Regione Siciliana Musumeci per gestire l’emergenza su rifiuti e acqua sono stati decisi alla luce delle recentissime norme, entrate in vigore il 6 febbraio 2018. Si tratta del nuovo Codice della protezione civile, emanato con il Decreto legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018 e pubblicato in Gazzetta ufficiale il 22 gennaio scorso, che ha esteso i limiti temporali dello stato di emergenza da sei mesi più sei a dodici più dodici. Il codice definisce attività di protezione civile quelle “volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento”. La previsione deve consistere nell’insieme di attività, “svolte anche con il concorso di soggetti dotati di competenza scientifica, tecnica e amministrativa, dirette all’identificazione e allo studio, anche dinamico, degli scenari di rischio possibili”, per le esigenze di allertamento e pianificazione della protezione civile. Prevista espressamente la prevenzione, definita come “l’insieme delle attività di natura strutturale e non strutturale, svolte anche in forma integrata, dirette a evitare o a ridurre la possibilità che si verifichino danni conseguenti a eventi calamitosi anche sulla base delle conoscenze acquisite per effetto delle attività di previsione”.
L’ordinanza di protezione civile ha nominato commissario con poteri speciali Nello Musumeci per la durata di un anno. Il presidente della Sicilia a sua volta potrà nominare due sub commissari: uno in materia di rifiuti, l’altro per la crisi idrica. Ciascun sub commissario guiderà una struttura istituita ad hoc all’assessorato regionale all’Acqua e ai Rifiuti. Il nuovo dlgs 1/2018 assicura anche “la partecipazione dei cittadini, singoli o associati, al processo di elaborazione della pianificazione di protezione civile”, secondo forme e modalità individuate che garantiscano, in particolare, la necessaria trasparenza.
Il codice della protezione civile appena entrato in vigore ripartisce le risorse per le attività di protezione civile in tre fondi distinti: quello nazionale per iniziative di previsione e prevenzione, e altri due fondi per gestire le emergenze, nazionali e regionali.
Il Fondo regionale di protezione civile, nel bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri, “contribuisce al potenziamento del sistema di protezione civile delle Regioni e degli Enti locali, e concorre agli interventi diretti a fronteggiare esigenze urgenti conseguenti alle emergenze “connesse con eventi calamitosi di origine naturale o derivanti dall’attività dell’uomo che per loro natura o estensione comportano l’intervento coordinato di più enti o amministrazioni, e debbono essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari da impiegare durante limitati e predefiniti periodi di tempo”.
L’ordinanza che ha nominato per un anno Musumeci commissario con poteri speciali per acqua e rifiuti, su cui già le opposizioni incalzano il governatore, non assegna nuovi fondi alla Regione ma consente di impiegare risorse europee e nazionali per gestire questa fase.
Facebook – Twitter

Una lettera con minacce di morte è stata inviata ad Antonio Rubino dei Partigiani Pd: "I fiori li metteranno sulla tua cassa da morto

Pd Sicilia, Rubino: “Sbaglia chi lascia, vera resistenza è rimanere senza piegarsi”

"I Partigiani del PD non sono un'area né una corrente, sono un sentimento. In queste settimane ci hanno detto di tutto, ci hanno chiesto 'chi c'è dietro di noi': la risposta è che dietro di noi c'è il PD, la ...
Leggi Tutto
Premio Mario Petrina, Sabrina Redi e Totò Antibo

Antibo vince ancora: a Sabrina Redi il premio Petrina per il suo articolo sul mezzofondista siciliano

È Sabrina Redi la vincitrice della prima edizione del premio Mario Petrina, dedicato ai giovani appassionati di giornalismo sportivo di età compresa tra i 18 e i 30 anni, non ancora iscritti all’Albo professionale. “Corri Totò, fallo ancora nonostante tutto” ...
Leggi Tutto
A Palermo, "La voglia, la pazzia" workshop in canto italiano sulle note brasiliane all'Open Jazz con i maestri del progetto musicale "Brasil Fala Italiano"

“La voglia, la pazzia” workshop in canto italiano sulle note brasiliane all’Open Jazz

La voglia, la pazzia, un workshop culturale, creativo, storico, non un semplice laboratorio ma un modo emozionante di ritrovarsi e ascoltarsi attraverso un ponte che collega tutta la musica al jazz. È la musica brasiliana, l'arte dell'incontro e del ritmo che ...
Leggi Tutto
Dall'estero in Sicilia per amore: matrimonio sicilian style con l’evento Buy Wedding International questo weekend al Grand Hotel et Des Palmes

Matrimonio sicilian style, dall’estero in Sicilia per amore: la storia di Bram e Simone

Sono circa 60 mila le coppie di stranieri che scelgono l’Italia per celebrare il loro matrimonio, con un giro di affari che ruota attorno ai 386 milioni di euro. È questo uno dei motivi principali per cui Palermo dedica tre ...
Leggi Tutto

Dario Fidora

Direttore editoriale

Pin It on Pinterest