Ovociti umani in provetta pronti per la fecondazione

Dopo anni di ricerca e vari tentativi, i ricercatori dell’Università di Edimburgo sono riusciti a coltivare i primi ovociti umani in provetta in grado di reagire alla fecondazione.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Molecular Human Reproduction, potrà permettere di rivoluzionare la fertilità avendo un ruolo importante nella medicina rigenerativa.

La coordinatrice della ricerca, Evelyn Tefler, ha dichiarato: “Essere in grado di far sviluppare ovociti umani in laboratorio potrebbe allargare la portata degli attuali trattamenti per la fertilità”. Questo metodo di fecondazione potrebbero essere d’aiuto per donne non fertili o con menopausa precoce.

Per arrivare a questo risultato ci sono voluti 30 anni di ricerca e lavoro. La parte più complicata dello studio è stato trovare la giusta combinazione di sostanze chimiche dove far crescere gli ovuli.

Il passo successivo sarà verificare lo stato di buona salute degli ovociti, e per questo motivo la responsabile della ricerca ha detto: “Adesso stiamo ottimizzando l’insieme di sostanze nelle quali gli ovociti vengono coltivati e stiamo cercando di capire se gli ovociti siano del tutto sani”.