Musumeci ricorda le Foibe: “Per fortuna si è interrotto il silenzio su questa drammatica vicenda”

Il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci è intervenuto alla vigilia della ‘Giornata del ricordo‘ per le vittime delle Foibe, che verrà celebrata domani. “Tra il 1943 e il 1947, migliaia di italiani furono uccisi dalle truppe jugoslave e fatti sparire – ha dichiarato il governatore – Moltissimi esuli furono costretti ad abbandonare un territorio non più italiano. Per fortuna, il silenzio su questa drammatica vicenda, durato per oltre mezzo secolo, si è interrotto negli anni Novanta“.

Musumeci ha sottolineato quale sia il valore del ricordo di questa vicenda: “Richiamare alla memoria una pagina triste e cruenta della nostra storia, oltre che un dovere, assume un valore educativo importantissimo per le nuove generazioni. L’integrazione e l’accoglienza rappresentano l’antidoto contro ogni nuova forma di odio razziale e servono a combattere ignoranza e indifferenza. Ritengo doveroso non dimenticare questo genocidio – conclude Musumeci -, manifestando la vicinanza del governo regionale ai sopravvissuti, ai familiari delle vittime e ai tanti profughi friulani che, nell’immediato dopoguerra, trovarono nelle città siciliane doveroso asilo e generosa ospitalità”.