Sta per arrivare in Europa la zanzara che porta Zika, malaria e febbre gialla

L’Ecdc (Centro Europeo per il Controllo delle Malattie) invita i Paesi europei, attraverso un allarme, a rinforzare le difese contro le zanzare “Aedes aegypt”, insetti portatori di Zika (una malattia tropicale), malaria e febbre gialla.

Questa specie vive nelle coste della Turchia e del Mar Nero dal 2007, ma dall’anno scorso è arrivata in Egitto con ritrovamenti anche nelle Canarie.

Gli esperti hanno dichiarato che “se non saranno prese misure la zanzara si diffonderà con molta probabilità nelle aree estreme dell’Europa, che potrebbero diventare un serbatoio per l’introduzione dei vettori nel continente”.

Con queste zanzare c’è anche il rischio malaria che, nonostante il progresso medico e tecnologico, conta 212 milioni di casi ogni anno.

Ma c’è una buona notizia: secondo un recente studio condotto in Mali, si è dimostrato che il coloranteblu di metilene”, aggiunto alla terapia classica contro la malaria, distrugge in fretta il parassita della malaria. Questa terapia, tuttavia, si deve attuare con una certa rapidità perché più a lungo il parassita risiede nel corpo del paziente più c’è il rischio di morte e contagio. Sfortunatamente solo l’1% dei fondi destinati alla ricerca vengono finanziati per la cura di questa malattia che, comunque, resta una delle piaghe più devastanti per l’umanità.