Sabato la Giornata nazionale della raccolta del Farmaco

Poveri assoluti, pazienti terminali, anziani, homeless, giovani, lavoratori autonomi, bambini in affido o con ritardo psicomotorio, famiglie che vivono in condizioni di estrema difficoltà: sono sempre di più, a causa della recrudescenza della crisi economica, i soggetti che non hanno i mezzi per acquistare i farmaci di cui hanno bisogno. Lo sottolinea in una nota Federfarma Palermo – Utifarma, puntualizzando che “per fortuna a Palermo e provincia, grazie all’impegno della Fondazione Banco Farmaceutico e di Federfarma, cresce anche la capacità del volontariato di dare risposte per tutto l’anno”.

“Sono numeri in costante aumento – prosegue la nota – quelli della rete mutualistica che unisce associazioni ed enti di assistenza e volontariato e parrocchie (ad oggi salite a 24) e le farmacie (quest’anno sono diventate 72) che aderiscono alle iniziative della Fondazione Banco Farmaceutico, cui si è da poco unita la parrocchia di Sant’Agnese ai Danisinni che mette a disposizione anche i medici volontari che assicurano visite agli indigenti in un ambulatorio medico multispecialistico”.

E quest’anno, in occasione della Giornata nazionale di Raccolta del Farmaco che vede Federfarma tra i principali partner, sarà possibile per tutti i cittadini di Palermo e provincia donare farmaci senza obbligo di prescrizione nelle 72 farmacie che hanno aderito (elenco su www.bancofarmaceutico.org). Si potrà fare sabato prossimo, nelle farmacie aperte per turno, e lunedì 12 febbraio, in tutte le 72 farmacie. I prodotti andranno consegnati ai volontari che provvederanno a smistarli alle associazioni benefiche in base ai fabbisogni indicati. Inoltre, sempre sabato, alle 10, presso la Farmacia Bonsignore, in viale Regione Siciliana Nord-Ovest 2322, si terrà una conferenza stampa per promuovere l’iniziativa. Interverranno il presidente di Federfarma Palermo, Roberto Tobia; il delegato provinciale del Banco Farmaceutico, Giacomo Rondello; e Vincenzo La Mantia, coadiutore direttivo dell’Istituto Villa Nave, che raccontera’ l’esperienza della farmacia solidale realizzata in questa struttura.