Piscina comunale di Caltanissetta: scoperta evasione fiscale da 3,5 milioni

Scoperta una presunta maxi evasione fiscale da circa 3,5 milioni di euro (tra imposte dirette, Iva e Irap), riguardante la gestione della piscina comunale di Caltanissetta. Il Nucleo di Polizia economica-finanziaria locale ha individuato anche 232 lavoratori non in regola. È il risultato di alcune verifiche fiscali nei confronti di due società e due associazioni sportive create, per l’appunto, per la gestione dell’impianto. Quattro le persone denunciate per utilizzo di dichiarazione infedele, omessa dichiarazione, oltre che per occultamento e distruzione di documentazione contabile.

In particolare, stando alla Guardia di Finanza, le associazioni sportive sarebbero state create con lo scopo di nascondere i redditi al fisco. Sarebbero 26 i lavoratori in nero e 206 quelli irregolari, assunti dal 2011 al 2016 da società e associazioni riconducibili alla gestione della piscina comunale. I dipendenti inquadrati con Contratto di collaborazione continuativo (Co.co.co) erano, in realtà, impiegati come dipendenti a tempo pieno.