Pietro Navarra si dimette da Rettore per candidarsi alla Camera per il PD a Messina

Pietro Navarra, rettore dell’Università di Messina, ha rassegnato le sue dimissioni in vista delle prossime elezioni politiche a cui è candidato per la camera con il PD.
“Ho presentato le dimissioni un anno e un mese prima la regolare scadenza del mandato per la mia candidatura alle elezioni nazionali con il Pd il prossimo 4 marzo. Credo sia doveroso per rispetto dell’istituzione che ho avuto l’onore di rappresentare ed evitare qualsiasi strumentalizzazione”.

Forti polemiche erano nate in occasione delle amministrative dello scorso novembre in Sicilia, quando il Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari, candidato governatore con il sostegno di Leoluca Orlando e di Davide Faraone, aveva evitato di dimettersi “sospendendosi”, continuando il suo mandato dopo aver perso le elezioni.

Insieme a Pietro Navarra in conferenza stampa anche il Vicario Emanuele Scribano, a cui è affidata la guida dell’Università fino alle nuove elezioni, che verranno indette entro un mese dal Decano, Adriana Ferlazzo. “Abbiamo avuto l’aumento di immatricolazioni del 23% e l’arrivo di 110 studenti stranieri – ha proseguito – . Abbiamo governato sapendo quali obiettivi raggiungere e come fare, abbiamo dato un’identità chiara a questo ateneo per questo abbiamo guadagnato in immagine e posizioni”. L’Università di Messina ha acquisito 7 posizioni in più nella classifica di qualità delle Università italiane. ”L’ateneo che lasciamo – conclude – è migliore rispetto a quella che abbiamo trovato, era un’università che non attraeva gli studenti e abbiamo invertito la rotta, oggi viaggiamo con aumenti a doppie cifre”.