Barcellona Pozzo di Gotto, incendiarono locale per vendetta: due arresti

Avevano incendiato un locale per vendetta nei confronti di uno dei proprietari ma uno dei due piromani, per un errore, era rimasto gravemente ustionato. I Carabinieri hanno arrestato due giovani accusati di incendio in concorso a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.

I fatti sono avvenuti lo scorso 29 dicembre, quando Luca Bertè, di 24 anni, e Mirko Lupo, di 19 anni, avrebbero appiccato il rogo che ha provocato gravi danni alla sala ricevimenti “Santorini” di Monforte San Giorgio, nel Messinese, che stava per essere inaugurata. Ma durante il raid incendiario Lupo avrebbe dato il via all’incendio quando il complice era ancora all’interno del locale. Bertè è stato quindi ricoverato al Policlinico con gravi ustioni agli arti inferiori e superiori.

I Carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) Fabio Gugliotta.