Ponte sullo stretto, Erasmo Palazzotto (Leu): “Opera buona solo per clientele e mafia”

“Tornano le elezioni e torna la passione della classe dirigente di questo Paese, da Berlusconi a Renzi, per il Ponte sullo Stretto. Vorrei ricordare a Berlusconi, l’ultimo in ordine di tempo che ha rispolverato il Ponte sullo Stretto, che quell’opera mai iniziata è già costata ai contribuenti italiani quasi un miliardo di euro”. Lo afferma Erasmo Palazzotto, candidato a Palermo per Liberi e Uguali.

“Il tutto – prosegue Palazzotto – senza nemmeno la posa di una pietra. Il Ponte è un’opera pubblica buona solo per le clientele e per gli affari delle mafie e assolutamente inutile per lo sviluppo del paese. In Sicilia grazie alle politiche fallimentari del Centrodestra e del PD in questo momento siamo in piena crisi idrica, è iniziato anche il razionamento dell’acqua e questi signori hanno il coraggio di parlare di Ponte sullo Stretto. Si parta dai problemi che ci sono senza pensare a opere faraoniche inutili”.