Da 31 anni aspetta sanatoria, il Tar condanna il Comune di Lampedusa

Il proprietario di un complesso edilizio aspetta la sanatoria da 31 anni, il Tar Sicilia condanna il Comune di Lampedusa: entro 30 giorni, dovrà definire il procedimento di concessione. A suo carico anche le spese legali. Inoltre, in caso di inottemperanza, i giudici amministrativi hanno disposto la nomina da parte della Regione di un commissario ad acta.

È quanto conseguito al ricorso presentato dal proprietario del complesso edilizio – acquistato a Lampedusa nel 1999 – non ricevendo per anni alcuna risposta nonostante l’ex titolare dell’immobile avesse presentato nel 1986 la pratica di sanatoria. Dal Municipio si sarebbero giustificati sostenendo che era pendente un procedimento penale sulla vicenda. Per il Tar, invece, si sarebbe potuto “tramite una semplice richiesta all’autorità giudiziaria rientrare nella materiale disponibilità del fascicolo amministrativo o di una copia”.