Palermo, sequestrati un hotel e un affittacamere in piazza Giulio Cesare

Sequestrate due attività ricettive a Palermo. Si tratta di un hotel e di un affittacamere, in piazza Giulio cesare, in zona stazione. Il provvedimento è scatto ieri mattina, durante dei controlli sull’evasione tributaria eseguiti dal nucleo Accertamenti tributari della Polizia municipale.

Nell’hotel, che aveva cessato l’attività nel 2014 per effettuare dei lavori, è emerso che le opere edili sulla struttura portante sono state realizzate abusivamente, motivo per cui si è proceduto al sequestro penale. Inoltre, è stato accertato che le tre insegne pubblicitarie dell’hotel non più in attività, esposte sul fronte strada, contenevano indicazioni per raggiungere un adiacente affittacamere. Attività, quest’ultima, risultata sfornita delle autorizzazioni amministrative e sottoposta a sequestro amministrativo. Il gestore, tra le altre cose, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per la mancata comunicazione alla locale questura delle identità degli ospiti della struttura.

Alla fine degli interventi, sono state, in tutto, sei le sanzioni comminate: una amministrativa di 1.032 euro, più sanzione accessoria del sequestro amministrativo per la mancata segnalazione di
inizio attività allo Sportello Unico; 3 da 412 euro ciascuna per le insegne pubblicitarie abusive; 2 amministrative ai proprietari del locale affittacamere per mancanza di certificazione di agibilità di 154 euro ciascuna.

Contestualmente è stata inoltrata una comunicazione all’ufficio Tributi per il mancato pagamento degli ultimi sei anni della TARI, per una superficie di circa 834 metri quadrati relativi all’hotel e di circa 130 metri quadrati, riconducibili all’attività di affittacamere.