Insularità, l’Unione dei siciliani scrive ai deputati regionali e li esorta a indire il referendum

L’Unione dei Siciliani ha inviato oggi ai deputati regionali siciliani una lettera con la richiesta di indire il Referendum Consultivo per inserire la condizione di insularità nello Statuto della Regione Siciliana.

Nei giorni scorsi il presidente del movimento, l’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, e il coordinatore, Rino Piscitello, avevano lanciato la proposta di tenere il referendum il Referendum consultivo in Sicilia e avevano indetto a sostegno una petizione popolare che ha rapidamente ottenuto migliaia di firme su Change.org e nei tavoli organizzati nelle piazze di molti comuni.
“Vi scriviamo – si legge nella lettera – nella vostra qualità di rappresentanti istituzionali impegnati a contribuire allo sviluppo della nostra isola e vi invitiamo per questo a condividere la nostra iniziativa tendente a fare inserire il riconoscimento della condizione di insularità  nello Statuto della Regione Siciliana“.

I cittadini siciliani – continua il testo – vivono da sempre gli svantaggi derivanti dall’insularità. Per un siciliano gestire un’impresa, produrre merci, viaggiare, utilizzare l’energia elettrica ha costi superiori a quelli di un cittadino di altre parti d’Italia. La cosa assume maggiore gravità se si pensa che le risorse del nostro territorio vengono sistematicamente svalutate, sfruttate e sottopagate, che gli investimenti restano concentrati nelle regioni del Nord, che le infrastrutture sono in larga parte assenti o insufficienti, che tutti gli indicatori economici testimoniano una forte differenza negativa tra la Sicilia e il resto d’Italia. Tutto questo – prosegue la missiva – è oggettivamente insopportabile. Non si può essere cittadini di uno stesso Stato ed essere trattati in maniera diversa. Occorre prevedere misure concrete che garantiscano pari diritti per i siciliani a partire dall’inserimento della condizione di insularità  nello Statuto”.

La lettera ai Deputati regionali riporta la proposta di testo sul quale convocare il Referendum Consultivo: “Volete voi che la Regione Siciliana intraprenda le iniziative istituzionali necessarie al riconoscimento del grave e permanente svantaggio derivante dall’insularità mediante l’inserimento di detto principio nello Statuto in coerenza con l’art. 174, terzo comma, del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea?”

L’Uniione dei siciliani ipotizza poi anche il testo del nuovo articolo dello Statuto da proporre al Parlamento italiano per ottenere lo scopo prefissato: Articolo uno – Allo Statuto speciale della Regione Siciliana è aggiunto il seguente articolo 38 bis: “Lo Stato riconosce gli svantaggi derivanti dalla condizione di insularità  e garantisce le misure e gli interventi conseguenti per assicurare la piena fruizione dei diritti di cittadinanza dei siciliani”.

La lettera si conclude con l’esortazione a tutti i deputati regionali a superare i confini di maggioranza e opposizione e a creare uno schieramento unico a difesa dei diritti della nostra isola e dei suoi abitanti.

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto