Ragazzi fuori sede, volete votare il 4 marzo? Ecco alcune notizie che dovreste sapere

Ragazzi fuori sede, affrettatevi: se volete tornare a casa e votare il prossimo 4 marzo è questo il tempo di prendere i biglietti aerei. Ancora oggi le tariffe erano abbastanza contenute, assolutamente nella media della stagione, senza quei rincari a cui abitualmente assistiamo nei giorni nevralgici. Stavolta il vizietto di aumentare il costo dei biglietti non è scattato, come accade per esempio durante le vacanze di Natale o di Pasqua. Un andata/ritorno da Milano è possibile acquistarlo con una spesa non superiore ai 50 euro.

Il ritorno a casa per votare è un tema fresco di cronaca, dopo la denuncia di uno studente siciliano che per motivi di studio abita in Piemonte a cui, al contrario di altre volte, non è consentito di votare al seggio in provincia di Torino. La legge prevede che ai rappresentanti di seggi è consentito votare nel luogo in cui si presta servizio. La risposta data a Davide Miroddi, 24 anni di Santa Lucia del Mela (in provincia di Messina), e raccolta dal quotidiano La Stampa è stata tranciante: “Gli uffici elettorali non possono gestire serenamente le operazioni di voto con la necessaria serenità se distribuiscono schede dei collegi di appartenenza”. Così si sarebbe espresso il Viminale. Prima obiezione: ma quanti casi si ritiene ci possano essere per ogni seggio? Secondo: è mai possibile che non si riesca a trovare il sistema per garantire il voto ai tanti fuori sede in territorio italiano? Istituendo magari seggi speciali nelle sedi delle Prefetture o attuando il voto digitale alla guisa di un qualsiasi ordine professionale?

Sia come sia, chi vorrà votare dovrà tornare a casa e mettere mano al portafogli. Tenendo tuttavia bene in mente che lo Stato prevede agevolazioni tariffarie per spostamenti in treno, aereo o nave per i fuori sede che vogliono raggiungere la sede di residenza per recarsi alle urne. Il contributo massimo si aggirerebbe attorno ai 40 euro, secondo la tratta e il mezzo utilizzato. In attesa del cosiddetto early vote, il voto anticipato riservato ai fuori sede, proprio nelle sedi prefettizie sulla scorta di ciò che già avviene per gli italiani residenti all’estero.

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto