Mettere foto di un’altra persona sul proprio profilo Facebook è reato

Chi imposta come immagine del proprio profilo Facebook la foto di un’altra persona può essere condannato per sostituzione di persona.

La vicenda ha colpito una donna di 29 anni che, davanti al giudice dell’udienza preliminare (gup) di Pordenone, è stata condannata a 15 giorni di reclusione dalla quinta sezione penale della Cassazione, successivamente patteggiati in 3.750 euro da pagare in 30 rate mensili. Il reato era previsto dall’articolo 494 del codice penale.

La difesa della donna sosteneva la nullità delle accuse ma la Corte Suprema ha dichiarato legittima la condanna concludendo l’iter processuale.