Le sigarette elettroniche possono danneggiare il Dna

Recenti studi hanno constatato che le sigarette elettroniche possono danneggiare il DNA, aumentando il rischio di tumori ai polmoni e vescica e malattie cardiache.

Questi esperimenti sono stati condotti dalla New York University su dei topi da laboratorio. Il gruppo di ricercatori, guidato da Moon-Shong Tang, ha notato che i ratti, esposti al fumo prodotto dalle sigarette elettroniche, hanno riportato più danni nel DNA di vescica, cuore e polmoni.

Anche nell’uomo sono stati riscontrati effetti simili esponendo le cellule umane alla nicotina e a un suo derivato cancerogeno, l’NNK. Chi utilizza queste sigarette elettroniche è più esposto a tumori ai polmoni e alla vescica rispetto ai non fumatori