Elezioni, Apprendi attacca: “Quelli dei ‘listini’ hanno sempre un Santo protettore in tutti i partiti”

Nemmeno a nomi decisi si arrestano le polemiche per la composizione delle liste per le elezioni politiche del prossimo 4 marzo. L’ultimo atto d’accusa arriva da Pino Apprendi, esponente di Liberi e Uguali: “Sono presenti ad ogni elezione, sono quelli o quelle  dei listini, dei posti “sicuri”, hanno sempre un Santo protettore che li garantisce e sarà così anche questa volta, in tutti i partiti e movimenti – afferma Apprendi – Anche se non hanno  voti, se il territorio non li identifica come  rappresentanti , ci sarà  qualcuno che li salverà. Ogni elezione, in tutti i partiti,ci sono problemi per le liste, ma loro non hanno problemi”.

Durissimo il j’accuse di Apprendi: “La legge elettorale li garantisce, porcellum o Rosatellum, non ha importanza si salveranno, Roma deciderà, in barba ad ogni proclama contro la legge elettorale, tutti si adegueranno e i territori staranno a guardare, non conteranno, conterà  il capo o chi sta nella stanza dei bottoni e guarda caso gli “agevolati” sono quelli dei listini, quelli che hanno sempre un posto a tavola a sbafo”.