Palermo Capitale della Cultura, Catania: “Non trascurare zone meno centrali”

Stamattina al Teatro Massimo è partito ufficialmente il progetto di Palermo Capitale italiana della Cultura 2018. Il capogruppo al consiglio comunale di Palermo, Giusto Catania, commenta: “Si tratta di un’iniziativa di ampio respiro, che coniuga grandi temi come pace, legalità e inclusione, alla storia e al patrimonio artistico monumentale di Palermo”

“La ‘nuova identità’ di Palermo Capitale della Cultura è anche una sfida – prosegue Catania – dovrà avere una pervasività capillare, nel tempo e nello spazio. Ogni angolo della città dovrà raccontare un pezzo di storia, essere una forma d’arte, accogliere qualunque tipo di contaminazione e suggestione culturale. E’ un invito a non trascurare le zone meno centrali della città. Ma è anche una sfida che intende coinvolgere ogni cittadino, con l’obiettivo di coltivare e proiettare la ‘nuova’ visione di Palermo nel futuro.  Da oggi Palermo, città aperta a tutti e per tutti, dovrà essere Capitale della cultura ogni giorno, ogni anno.”