L’Unione dei siciliani lancia il referendum insularità. Armao: “Determinante”

“Il riconoscimento dell’insularità è determinante ai fini della creazione di un’eguaglianza effettiva tra i cittadini siciliani e il resto degli europei. I siciliani sono cittadini italiani di serie B e cittadini europei di serie C”. Così il vicepresidente della Regione e presidente dell”Unione dei siciliani’ Gaetano Armao, a margine di una conferenza stampa a Palermo, ha spiegato ai giornalisti la scelta del movimento di avanzare all’Ars la richiesta di un referendum consultivo per chiedere il riconoscimento della condizione di insularità all’interno dello Statuto siciliano.

“Viviamo in un’isola che soffre la condizione di insularità sotto il profilo dei costi di trasporto, dei costi di approvviggionamento, del trasferimento delle merci e dei turisti. Così lo sviluppo non è possibile – ha aggiunto – La normativa europea riconosce un diritto di insularità ed è ora che questa condizione porti a dei vantaggi oggettivi che consentano un’eguaglianza sostanziale con gli altri cittadini europei”. Secondo Armao, “senza il riconoscimento della condizione di insularità, questa eguaglianza non l’avremo e non la potremo pretendere. L’insularità – dice – deve essere inserita nello Statuto e diventare una norma di rango costituzionale. Per questo chiediamo all’Ars di promuovere un referendum consultivo, per sentire l’idea che hanno i siciliani sul tema”.


Widget not in any sidebars