Catania, cane chiuso in uno sgabuzzino senza né cibo né acqua. Denunciato il proprietario

Chiuso al buio, senza né acqua né cibo, in un piccolo sgabuzzino di cemento di due metri quadrati, in mezzo ai suoi stessi escrementi e alla sporcizia. Così è stato trovato un Pit Bull dalla Polizia di Stato nel rione Picanello, a Catania. Denunciato in stato di libertà per maltrattamento di animali il proprietario, mentre il quattro zampe è stato sequestrato per essere poi sottoposto a visita negli ambulatori veterinari dell’Asp. È senza microchip.

Lo sgabuzzino in cui è stato trovato il cane aveva il tetto pericolante ed era chiuso con una porta di ferro. Il proprietario si sarebbe giustificato con gli agenti, sostenendo che negli ultimi giorni non aveva potuto prestare cura all’animale né si era recato a portare cibo e acqua per impegni improvvisi. Sul posto è intervenuta, assieme alla Polizia di Stato, anche la Polizia locale che ha effettuato una ricognizione dei luoghi per eventuali violazioni in materia ambientale ed edilizia.