Siti Unesco: il 13% è in Sicilia. A Palermo il convegno su buone pratiche e governance del patrimonio culturale

Una lista veramente nutrita, quella dei siti  UNESCO sparsi in tutta Italia, dove se ne contano in tutto 1073 (832 beni culturali, 206 naturali e 35 misti. Oltre a 54 in pericolo).
Il nostro Paese ne possiede  sicuramente il maggior numero, con i suoi 53 luoghi inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità. Sette di questi si trovano in Sicilia, praticamente oltre il 13% dei siti italiani. Un patrimonio immenso, assolutamente unico per tipologia e caratteristiche, che va da quelli archeologici come la Valle dei Templi di Agrigento (il più “anziano”, nato nel 1997) o la Villa del Casale di Piazza Armerina ai luoghi naturali – l’Etna o le isole Eolie – sino agli itinerari come il Val di Noto, il cuore antico di Siracusa o il percorso arabo-normanno di Palermo, Cefalù e Monreale, ultimo nato nella lista.
Ognuno di questi beni racconta un’isola dalle mille e una sfaccettatura, passata sotto più dominazioni, che ha visto alternarsi re normanni e viceré spagnoli. Una terra che ieri parlava arabo e che oggi difende chi arriva sulle sue coste. Ma che comunque ha avviato un percorso virtuoso che passa dalla valorizzazione dei suoi siti.
Per tutto questo è fondamentale parlare di sinergie e collaborazioni, passando attraverso un progetto comune che per la prima volta vedrà i responsabili dei siti Unesco siciliani sedersi attorno a un tavolo con le istituzioni siciliane, ma anche con chi si occupa di valorizzazione. Con l’obiettivo di approvare una dichiarazione programmatica comune per la valorizzazione di tutti i siti siciliani.

Grazie alla Fondazione Patrimonio UNESCO Sicilia, il Comitato di Pilotaggio del sito UNESCO arabo-normanno e la Fondazione per l’Arte e la Cultura “Lauro Chiazzese”, dalle 9 alle 14 di venerdì 19 gennaio, nella sede della Fondazione  Sicilia, a Villa Zito, in via Libertà 52, si svolgerà il convegno dal titolo “Patrimoni culturali e naturali. Siti UNESCO: buone pratiche e governance”. [Leggi tutto]

Una lettera con minacce di morte è stata inviata ad Antonio Rubino dei Partigiani Pd: "I fiori li metteranno sulla tua cassa da morto

Pd Sicilia, Rubino: “Sbaglia chi lascia, vera resistenza è rimanere senza piegarsi”

"I Partigiani del PD non sono un'area né una corrente, sono un sentimento. In queste settimane ci hanno detto di tutto, ci hanno chiesto 'chi c'è dietro di noi': la risposta è che dietro di noi c'è il PD, la ...
Leggi Tutto
Premio Mario Petrina, Sabrina Redi e Totò Antibo

Antibo vince ancora: a Sabrina Redi il premio Petrina per il suo articolo sul mezzofondista siciliano

È Sabrina Redi la vincitrice della prima edizione del premio Mario Petrina, dedicato ai giovani appassionati di giornalismo sportivo di età compresa tra i 18 e i 30 anni, non ancora iscritti all’Albo professionale. “Corri Totò, fallo ancora nonostante tutto” ...
Leggi Tutto
A Palermo, "La voglia, la pazzia" workshop in canto italiano sulle note brasiliane all'Open Jazz con i maestri del progetto musicale "Brasil Fala Italiano"

“La voglia, la pazzia” workshop in canto italiano sulle note brasiliane all’Open Jazz

La voglia, la pazzia, un workshop culturale, creativo, storico, non un semplice laboratorio ma un modo emozionante di ritrovarsi e ascoltarsi attraverso un ponte che collega tutta la musica al jazz. È la musica brasiliana, l'arte dell'incontro e del ritmo che ...
Leggi Tutto
Dall'estero in Sicilia per amore: matrimonio sicilian style con l’evento Buy Wedding International questo weekend al Grand Hotel et Des Palmes

Matrimonio sicilian style, dall’estero in Sicilia per amore: la storia di Bram e Simone

Sono circa 60 mila le coppie di stranieri che scelgono l’Italia per celebrare il loro matrimonio, con un giro di affari che ruota attorno ai 386 milioni di euro. È questo uno dei motivi principali per cui Palermo dedica tre ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest