Impianti sportivi, il M5S critico. Lo Monaco: “Regolamento da rivedere a Palermo”

Il Movimento 5 Stelle critico con il Regolamento degli impianti sportivi comunali, approdato in Consiglio comunale a Palermo. “L’Amministrazione comunale e il Consiglio tutto devono assumersi le proprie responsabilità – afferma Viviana Lo Monaco del Movimento 5 Stelle – Abbiamo ritenuto importante portare in aula e sciogliere alcuni nodi relativi alla proposta di “Regolamento degli impianti sportivi comunali“, un atto predisposto dall’Ufficio Sport del Comune di Palermo durante la scorsa consiliatura e nato già vecchio, mai posto in discussione e sul quale il vice segretario generale, già il 04 agosto 2015, si era così espresso: ‘Si segnala come la proposta in argomento è stata solo parzialmente rimodulata a seguito della richiesta istruttoria formalizzata dallo scrivente con nota prot n°354361/USG del 6/05/2015′”.

Lo Monaco spiega anche quali siano le cause di merito per cui il segretario generale di allora ritenne di inviare il documento: “Nella nota si rilevava come non fosse stata contemplata nel regolamento alcuna norma volta a disciplinare i rapporti tra il Regolamento proposto e le altre fonti regolamentari. E ancora – sottolinea la portavoce pentastellata – che l’articolo 1, così come formulato, avrebbe violato il disposto del comma 24, art. 90, L. 27/12/2002 n. 289, e così continuando con altri rilievi di non congruità riferiti all’articolo 9 e al 19″.

Da qui la conclusione del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle: “Abbiamo riscontrato come tale regolamento necessiti di una integrale revisione da parte degli uffici e, al fine di accelerare e rendere produttivi i lavori – conclude – ci siamo detti disponibili a esaminare congiuntamente, nelle Commissioni di competenza, le indicazioni e le proposte di emendamento o di adeguamento).