Formazione, futuro ormai prossimo. Lagalla: “A febbraio i primi bandi”

L’assessore alla Istruzione e Formazione Roberto Lagalla, annuncia di avere quasi definito il catalogo delle professionalità. A febbraio i nuovi bandi, ma è emersa la necessità proseguire nell’aggiornamento delle qualifiche. Prossimo passo da affrontare sul fronte dell’Istruzione, la lotta alla dispersione scolastica

Entro il 10 febbraio potrebbe essere definito il “catalogo” delle nuove professionalità da inserire nei corsi di formazione professionale, mentre già a fine febbraio potrebbe essere varato l’avviso. È questo, in sintesi, il cronoprogramma di Roberto Lagalla, assessore regionale all’Istruzione, che questa mattina ha convocato le parti sociali a Palazzo d’Orleans per iniziare a definire il nuovo corso della Formazione Professionale. “Erano presenti – racconta al Gazzettino di Sicilia – le parti sociali, le organizzazioni sindacali, il mondo del volontariato, gli enti di ricerca, gli ordini professionali, il mondo cooperativo”.

Cosa è emerso nel corso del vertice?
“Abbiamo fatto una analisi delle esigenze formative dei territori e delle professioni ed è emersa necessità dell’aggiornamento delle qualifiche professionali da formare. Come Regione, abbiamo già messo a disposizione degli operatori del sistema una piattaforma informatica, attraverso la quale far pervenire le loro proposte”.

Esigenze dei territori e delle professioni. Dunque non è da escludere che restino i corsi per sciampiste.
“Il consolidato che funziona va mantenuto e sicuramente molte delle qualifiche esistenti trovano una destinazione occupazionale. Il problema è che l’innovazione procede e occorre che i mestieri e le professioni abbiano competenze e qualifiche che siano adeguate anche a queste nuove sfide”.

Insomma, quali nuovi corsi prevederà la formazione professionale targata Lagalla?
“Il partenariato avrà un certo lasso di tempo per farci pervenire le sue osservazioni, però emerge già la necessità di maggiore specializzazione nel campo del turismo, dell’agricoltura, delle energie rinnovabili, della progettazione avanzata, delle smart cities, dell’impresa sociale, del terzo settore, del commercio internazionale. C’è una domanda veramente diffusa di nuove competenze”.

Che tempi prevedete?
“Riteniamo che entro la prima decade di febbraio si possa aggiornare il repertorio delle qualifiche e speriamo che dopo aver fatto gli ulteriori confronti con i partner già a fine febbraio si possa varare l’avviso”.

Da dove ripartire, invece, sul fronte dell’Istruzione?
“Sul mondo dell’Istruzione abbiamo incontrato l’ufficio scolastico regionale e i provveditori, individuando intanto alcune emergenze. Esiste un tema fondamentale, che è la lotta alla dispersione scolastica. E poi la programmazione del prolungamento del tempo scuola, perché è importante avere almeno una continuità didattica per i primi cicli, elementari e medie. Infine, il grosso tema dell’edilizia scolastica”.

Che, ovviamente, riporta alla mente il tema delle ex Province.
“Per legge la manutenzione ordinaria e straordinaria attengono al conduttore dell’immobile e al proprietario dell’immobile e quindi ci sono due elementi che concorrono negativamente a determinare questa carenza di manutenzione. Da un lato, le risorse sempre più ridotte che arrivano alle scuole, una responsabilità regionale che dovremo correggere. Dall’altro, il tema dello svuotamento di competenze e di risorse delle ex Province regionali”.

In che modo pensate di intervenire?
“Stiamo lavorando non solo per ripristinare l’ordinaria amministrazione degli interventi, ma anche per accertare le condizioni strutturali degli immobili in Sicilia, in modo da programmare nei prossimi mesi un piano di interventi, di riqualificazione e di manutenzione straordinaria degli edifici scolastici”.

Una lettera con minacce di morte è stata inviata ad Antonio Rubino dei Partigiani Pd: "I fiori li metteranno sulla tua cassa da morto

Pd Sicilia, Rubino: “Sbaglia chi lascia, vera resistenza è rimanere senza piegarsi”

"I Partigiani del PD non sono un'area né una corrente, sono un sentimento. In queste settimane ci hanno detto di tutto, ci hanno chiesto 'chi c'è dietro di noi': la risposta è che dietro di noi c'è il PD, la ...
Leggi Tutto
Premio Mario Petrina, Sabrina Redi e Totò Antibo

Antibo vince ancora: a Sabrina Redi il premio Petrina per il suo articolo sul mezzofondista siciliano

È Sabrina Redi la vincitrice della prima edizione del premio Mario Petrina, dedicato ai giovani appassionati di giornalismo sportivo di età compresa tra i 18 e i 30 anni, non ancora iscritti all’Albo professionale. “Corri Totò, fallo ancora nonostante tutto” ...
Leggi Tutto
A Palermo, "La voglia, la pazzia" workshop in canto italiano sulle note brasiliane all'Open Jazz con i maestri del progetto musicale "Brasil Fala Italiano"

“La voglia, la pazzia” workshop in canto italiano sulle note brasiliane all’Open Jazz

La voglia, la pazzia, un workshop culturale, creativo, storico, non un semplice laboratorio ma un modo emozionante di ritrovarsi e ascoltarsi attraverso un ponte che collega tutta la musica al jazz. È la musica brasiliana, l'arte dell'incontro e del ritmo che ...
Leggi Tutto
Dall'estero in Sicilia per amore: matrimonio sicilian style con l’evento Buy Wedding International questo weekend al Grand Hotel et Des Palmes

Matrimonio sicilian style, dall’estero in Sicilia per amore: la storia di Bram e Simone

Sono circa 60 mila le coppie di stranieri che scelgono l’Italia per celebrare il loro matrimonio, con un giro di affari che ruota attorno ai 386 milioni di euro. È questo uno dei motivi principali per cui Palermo dedica tre ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest