Caos Ztl, Sabrina Figuccia: “Nel mirino delle multe anche i disabili”

In una giornata che ha visto il botta e risposta tra Pd e Movimento 5 stelle, torna a parlare dell’argomento Ztl anche il consigliere comunale dell’Udc Sabrina Figuccia, che già in passato aveva attaccato l’amministrazione comunale sul boom delle contravvenzioni, sollevando il problema delle multe ai disabili.

“Il caos della Ztl sembra non avere mai fine: dopo le centinaia di migliaia di multe inflitte dopo l’installazione delle telecamere, adesso c’è pure il caso delle contravvenzioni elevate ai disabili, che, come si sa, hanno il diritto di circolare liberamente dentro il perimetro della Ztl”.

“In una nota inviata stamattina alla Sispi e all’Amat – continua Figuccia – ho chiesto di conoscere sia il numero dei pass auto rilasciati ai disabili sia l’elenco delle automobili inserite nella cosiddetta lista bianca. Ebbene, sembrerebbe che sia la Sispi (che gestisce i pass auto) che l’Amat (che gestisce la lista bianca delle automobili ammesse a circolare dentro la Ztl) non riescono a collegare i rispettivi elenchi, tanto che i disabili possessori del pass devono provvedere annualmente a rinnovare l’iscrizione nella lista bianca, un passaggio che invece dovrebbe essere automatico. Questo mancato collegamento tra le due banche dati, quindi, sta provocando una gran mole di multe, assolutamente illegittime, che però, per essere revocate, costringeranno i disabili e le loro famiglie ad intraprendere una battaglia legale con il Comune, con ulteriore aggravio di costi e di lungaggini burocratiche.

“Insomma – conclude – invece di facilitare chi è già in grave difficoltà, la burocrazia comunale dimostra ancora una volta tutta la propria ottusità. Mi auguro che si trovi al più presto una soluzione per annullare le tante multe ingiustamente inflitte ai disabili”.