Gela, sequestrate cinque aziende riconducibili alla famiglia mafiosa dei Rinzivillo

Cinque aziende che operavano nella fornitura di manodopera altamente specializzata nel settore degli impianti petroliferi sia in Italia che all’estero, sono state poste sotto sequestro dalla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta a Gela.

Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale nisseno su richiesta della procura. Secondo l’accusa le cinque aziende sarebbero riconducibili alla famiglia mafiosa dei Rinzivillo. Le indagini su operazioni bancarie e accertamenti patrimoniali avrebbero permesso discoprire i prestanome e i ruoli da loro svolti all’interno delle società.