Ponte dell’Ammiraglio abbandonato, Gelarda: “Solo proclami da Orlando sul turismo”

Non esiste una programmazione turistica a Palermo nonostante i grandi proclami del sindaco Orlando”. Va giù duro Igor Gelarda, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Palermo, che in un post su Facebook ha denunciato lo stato di degrado del Ponte dell’Ammiraglio.

“Il ponte si trova in condizioni molto precarie – scrive in uno stralcio del post pubblicato sul proprio profilo Facebook il portavoce pentastellato – Diciamoci la verità, è stato abbandonato da tempo“. Dopo aver effettuato un sopralluogo insieme a un altro portavoce del Movimento 5 Stelle, Pasquale Tusa, consigliere della seconda Circoscrizione, Gelarda ha posto in essere alcuni atti per sollecitare l’azione delle Istituzioni allo scopo di garantire la riqualificazione del ponte: “Come consigliere ho fatto una nota urgente alla Soprintendenza ai Beni culturali perché ne curi urgentemente la risistemazione. Inoltre – prosegue Gelarda – abbiamo presentato una mozione nella quale chiediamo al Sindaco di inserire veramente nei circuiti turistici il Ponte, e non solo sui giornali e nei proclami: illuminando meglio la zona, mettendo una navetta che permetta ai turisti e ai palermitani di andarlo a visitare, e dotarlo di videocamere di sorveglianza per la sicurezza dei cittadini. E infine – scrive ancora Gelarda – in un’interrogazione consiliare abbiamo chiesto all’amministrazione comunale che intenzioni abbia per la rivalutazione di tutta la zona circostante”.


Il consigliere del Movimento 5 Stelle, che ha svolto un dottorato di ricerca in Storia del Mediterraneo antico presso l’Università di Palermo, sottolinea come “Il ponte è un unico, uno degli ultimi ponti in pietra a schiena d’asino d’epoca Normanna sopravvissuti in Europa” e chiede ai palermitani di alzare la soglia di attenzione sullo stesso: “Il Ponte dell’Ammiraglio si sente solo, abbandonato, non ha capito che vantaggio ne abbia avuto di entrare a fare parte del patrimonio Unesco. Ha bisogno di tutti noi palermitani. Con buona pace di re Ruggero e di Giorgio d’Antiochia. Aiutatemi a condividere per informare la gente”, è l’appello di Gelarda.


Widget not in any sidebars