La doppia provocazione dei Siciliani Liberi: “A Musumeci regaliamo il progetto della zona economica speciale. E alle politiche voteremo scheda bianca”

Un invito a votare scheda bianca, anzi meglio ad annullare la scheda, in vista delle elezioni Politiche di marzo. È la provocazione lanciata dai Siciliani Liberi che intendono così evidenziare l’iniquità delle legge elettorale che priva di ogni ipotesi di rappresentanza i movimenti di base regionale.

La decisione è anche frutto del ragionamento successivo al risultato del 5 novembre che ha rappresentato per i Siciliani Liberi lo spartiacque tra la dimensione del movimento e la struttura di un vero e proprio partito. Il dato elettorale delle Comunali di Palermo era stato confortante, quello successivo delle Regionali – tanta simpatia e pochi voti – ha convinto lo “stato maggiore” ad una rielaborazione non solo della carrozzeria ma anche del motore di una macchina che, sia pure a velocità non troppo elevata, ha dimostrato di potere occupare una corsia nell’autostrada della politica siciliana.

L’indicazione di Ciro Lomonte alla guida politica rappresenta anche un cambiamento strategico: via la faccia aggressiva dell’indipendentismo sul quale magari si ragionerà in tempi migliori, avanti con la conquista di spazi nel mondo della cultura e dell’associazionismo, terreni sui quali il candidato sindaco di Palermo si muove a suo agio. E la prima mossa di Lomonte è l’appello alla scheda bianca, solo in apparenza un richiamo all’antipolitica.

“E invece no – sottolinea Lomonte – è un atto politico preciso, di ribellione al sistema elettorale e di valutazione del quadro esistente in Sicilia e nel resto del Paese. Ci siamo posti il problema di esistere in coerenza con il nostro obiettivo politico che è la tutela della Sicilia. Le elezioni regionali hanno evidenziato che tanta gente ci segue, che molti si sono avvicinati a noi e ci considerano un importante punto di riferimento. Tuttavia il sistema elettorale non ci consente di poter aspirare ad entrare nelle istituzioni parlamentari. E non ci piace prendere scorciatoie, cioè mettere nostri rappresentanti in altre liste che poco rappresentano le istanze autonomiste. Il nostro è un invito ad andare alle urne ma a votare scheda bianca che non è la stessa cosa di astenersi. È la nostra forma di protesta che seguirà quella della proposta giocata più sui contenuti e che riguarda la Zes, la Zona economica speciale“.

Un tema che sembra essere scomparso dall’orizzonte politico siciliano dopo la fine della campagna elettorale…

“È uno dei nostri cavalli di battaglia, ma lo mettiamo a disposizione delle forze politiche di maggioranza e opposizione. È il regalo che facciamo al governo e a chi ha a cuore le sorti della Sicilia. Certo, le premesse non sono delle migliori: questo governo ha avallato con il voto favorevole il patto scellerato fatto da Crocetta con Roma che legittima un vero e proprio furto a danno dei siciliani. Ma c’è tempo e modo per rimediare. Noi a febbraio presenteremo alla Sala Gialla di Palazzo dei Normanni la nostra proposta di Zona economica speciale. Vedremo allora chi starà dalla nostra parte”.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto