Catania, litiga con la moglie e si dà fuoco davanti casa dei suoi genitori

Un uomo si è dato fuoco davanti la casa dei suoi genitori nel quartiere Librino, a Catania. Si tratta di un pescatore di 34 anni. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che stanno tentando di stabilizzarlo prima di portarlo in elicottero al centro grandi ustionati dell’ospedale Cannizzaro. È in gravissime condizioni.

I familiari hanno dato i primi aiuti mentre chiamavano i soccorsi. I Carabinieri stanno tentando di capire cosa abbia portato l’uomo all’estremo gesto. Secondo una prima ricostruzione, il pescatore avrebbe litigato con la moglie. Andato a casa dei genitori, avrebbe chiesto di parlare con il padre che in quel momento dormiva. Allora avrebbe detto a una sorella che sarebbe ripassato più tardi ma, uscito da casa, si è cosparso di liquido infiammabile e si è dato fuoco.

Un caso analogo era avvenuto lo scorso 26 dicembre quando un uomo di cinquant’anni si è dato fuoco con l’alcol in una zona isolata di contrada Cozzo, a Vittoria, in provincia di Ragusa. Anche in questo caso sembra che l’uomo avesse avuto dissapori con la moglie.